Evitiamo inutili allarmismi, il lupo non aggredisce le persone

Il lupo non aggredisce le persone

Lupo non aggredisce le persone. Nonostante i sempre più frequenti allarmismi, derivanti in buona parte da una stampa e una politica che cavalcano fobie e fake news, il lupo in Europa non è considerato un pericolo per l’uomo. Il lupo è diffidente nei confronti degli esseri umani, che considera potenziali minacce e, se può, evita di incontrare.

In Italia dove il lupo è ormai presente in modo esteso nell’Italia peninsulare anche in zone di pianura e collina, sulle Alpi Occidentali e sulle Alpi Centro-Orientali, a partire dal secondo dopoguerra, non sono state documentate aggressioni confermate da parte di lupi nei confronti di persone.

Come spiegano gli esperti della pagina Facebook Canis Lupus Italicus, si può escludere il recente caso del lupo sul litorale di Vasto dell’estate scorsa, quando una donna subì alcuni morsi probabilmente da un animale reso confidente da errati comportamenti umani (alimentazione diretta verso il selvatico).

Una delle reazioni più frequenti nelle zone di ricolonizzazione recente del lupo è la paura: di essere aggrediti, di non poter più girare nei boschi in tranquillità, di non poter più lasciare i bambini da soli a prendere l’autobus perché saranno aggrediti dai lupi affamati.

Trattandosi di un animale selvatico, tenere infatti un comportamento di rispetto è d’obbligo: nel caso in cui ci si imbatta in animali che si stanno nutrendo è ovviamente bene allontanarsi, così come nel caso in cui ci si imbatta in una cucciolata.

È importante inoltre evitare l’approccio di un lupo ferito o in difficoltà e impossibilitato alla fuga: in questi casi è raccomandato allertare immediatamente  le Autorità territoriali competenti (ASL, Carabinieri Forestali, Parchi Naturali, Polizia Provinciale).

Altro principio fondamentale è non nutrire mai la fauna selvatica per evitare qualsiasi forma di abituazione, che potrebbe portare gli animali a diventare confidenti e quindi potenzialmente pericolosi per l’uomo, come nel caso recente (2020) del lupo di Otranto.

Lupo non aggredisce le persone perché non le vede come prede

Il lupo non aggredisce le persone perchè non identifica gli esseri umani come prede. La sua dieta dipende dalla disponibilità e dalla accessibilità delle prede presenti sul territorio: principalmente il lupo si nutre di ungulati selvatici di grandi e medie dimensioni, altre specie in proporzioni variabili sono i domestici e piccoli mammiferi.

Il lupo non aggredisce le persone, evitiamo inutili allarmismi

Nella dieta del lupo compaiono soprattutto gli ungulati selvatici, in particolare cervi, caprioli, camosci, cinghiali. Il lupo è diffidente nei confronti degli esseri umani, che considera potenziali minacce e, se può, evita di incontrare.

Il Lupo è una specie particolarmente adattabile, come risulta evidente dalla sua amplissima distribuzione geografica. Frequenta quasi tutti gli habitat dell’emisfero settentrionale ed ha un’elevata adattabilità.

Oggi si verificano incidenti fra lupi e persone solo raramente in alcune aree del mondo dove è ancora presente la rabbia e  in contesti molto diversi da quelli italiani o europei (p.e. in Asia). In Europa e Nord America il rischio di essere attaccato da un lupo è considerato molto basso.

Foto di Michele Soprano

Comments (No)

Leave a Reply