News
Lupo a Vasto aggredisce una donna sulla spiaggia di Punta Aderci

Lupo a Vasto aggredisce una donna

Una donna è stata morsa da un lupo a Vasto all’alba di ieri sulla spiaggia di Punta Aderci, in Abruzzo.

Lupo a Vasto aggredisce una donna sulla spiaggia di Punta Aderci

Ad oggi l’unico documento utile per la verifica dell’episodio è un VIDEO girato dalla donna poco prima dell’aggressione, in cui si vede un canide lupoide passeggiare sulla spiaggia.

Le dinamiche dell’accaduto restano ancora poco chiare. In ogni caso sono in corso ricerche per identificare l’animale autore dell’aggressione e le dinamiche dell’episodio.

Lupo a Vasto. Per evitare allarmismi mediatici, ma allo stesso tempo fornire una corretta informazione, approfondiamo l’episodio con alcuni spunti di riflessione degli esperti della pagina Facebook Canis Lupus Italicus.

Probabilmente, dalle poche immagini disponibili e dalla ricostruzione della dinamica, siamo effettivamente di fronte ad un tentativo di aggressione di un lupo ad una donna.

Ma le cause del comportamento dell’animale sono, come detto, da verificare, e fondamentali per fare un’analisi approfondita dell’evento.

È fondamentale sottolineare che un lupo che si avvicina ad una persona è un animale ‘abituato’ e confidente, che ha perso il timore verso l’uomo, con ogni probabilità in seguito a nostri comportamenti errati.

Lupo morde una donna a Vasto
Splendido esemplare di lupo appenninico. Foto di Gianpiero Cutolo

I lupi in natura sono infatti animali elusivi, che normalmente temono l’uomo ed evitano gli incontri con quello che per loro rappresenta un pericolo.

Ma sporadici casi di lupi (e altri animali selvatici) che mostrano un comportamento simile (avvicinamento all’uomo) sono stati già registrati negli ultimi anni.

Un alimentazione artificiale, volontaria o involontaria (su risorse alimentari antropiche di facile accesso) è certamente alla base della maggiorparte di casi simili.

Anche il lupo a Vasto dunque, o perché alimentato volontariamente da persone o perché nutritosi di risorse di facile accesso nei pressi di centri abitati o strutture umane, ha evidentemente perso il naturale timore verso l’uomo, e può aver addirittura sviluppato comportamenti di associazione positiva tra la presenza umana e presenza di risorse alimentari, con conseguente aumento del rischio di contatti con l’uomo.

Il confine tra il caso di un lupo che si avvicina a persone o strutture umane perché in cerca di cibo e un incidente simile è davvero labile. Un animale che perde la sua naturale diffidenza può infatti interagire con l’uomo in diverse modalità.

Lupo a Vasto, mancano alcuni elementi

Nell’episodio del lupo a Vasto mancano alcuni elementi per comprendere a fondo quale sia stata la causa dell’aggressione (nel video l’animale sembra allontanarsi dalla donna che filma), e se questa è stata provocata o meno da un comportamento errato della donna.

In ogni caso, un animale che mostra un comportamento simile va purtroppo a nostro parere prelevato dalla popolazione naturale, in quanto può rappresentare un pericolo, non solo per se stesso e per le persone, ma anche per la conservazione della sua stessa specie.

Episodi simili infatti, se non correttamente interpretati, possono portare a facili strumentazioni, e a modificare radicalmente la percezione sociale della specie nell’opinione pubblica.

Un lupo confidente, o addirittura mordace e aggressivo, è dunque un pessimo ambasciatore per la sua specie, e il suo comportamento rischia di vanificare decenni di sforzi per diffondere corrette informazioni.

Auspichiamo dunque, prima di qualsiasi altra nostra analisi, che le dinamiche di questo episodio vengano approfondite. E ci auguriamo che le autorità competenti (Ministero della Transizione Ecologica e Ispra in primis) ne prendano in carico la gestione celermente.

Related Posts