Cuccioli di Amarena avvistati, fallito il primo tentativo di cattura nella notte

I cuccioli di Amarena sono stati avvistati nella notte dopo una intera giornata di ricerche, con oltre 100 uomini e dei droni impegnati nella ricerca dei piccoli.

CUCCIOLI ORSA AMARENA AVVISTATI NELLA NOTTE, FALLITO IL PRIMO TENTATIVO DI CATTURA

I piccoli da quanto si apprende da una nota delle principali agenzie di stampa, si aggiravano nei paraggi di San Benedetto dei Marsi probabilmente ancora in attesa della mamma.

Spaventati da quanto accaduto erano nascosti nei pressi di un parcheggio e delle sterpaglie circostanti.

Gli uomini del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, con guardiaparco e Carabinieri Forestali hanno spiegato come sono state allestite delle gabbie con cibo e ricoperte dall’odore della loro mamma per tentare di catturarli.

Da quanto riportato dall’Agenzia ANSA il primo tentativo di cattura non sarebbe andato a buon fine, tanto che le ricerche si sarebbero concentrate nella zona dove sono stati avvistati i piccoli.

L’obiettivo è prendere i cuccioli e portarli in salvo, e poi adottare un protocollo che non sarà facile da attuare per rieducare i piccoli alla libertà e a sopravvivere senza la loro mamma.

Ricordiamo che i cuccioli di Amarena non erano ancora pronti per cavarsela da soli.

Seguiremo gli sviluppi della vicenda nelle prossime ore, sebbene l’ottimismo è notevolmente aumentato dopo l’avvistamento dei piccoli plantigradi.

Come spiegato alle varie testate giornalistiche i cuccioli di Amarena pesano all’incirca 6 kg ciascuno, ed è necessario vengano presi il prima possibile al fine di impedire ad altri animali o eventi di mettere in pericolo la loro vita.

COSA RISCHIA CHI HA UCCISO AMARENA?

L’uccisore dell’Orsa più famosa in Italia rischia dai 4 mesi ai due anni di detenzione, e la notizia emersa nella giornata di ieri ha scatenato l’ira dei social.

L’uomo ha dichiarato agli investigatori che avrebbe agito per paura dopo avere sentito dei rumori all’interno della sua tenuta. Un colpo secco sul fianco dell’orsa, che è risultato fatale.

L’animale oltretutto, sempre da quanto riferito dai medici del Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise, è rimasto claudicante e in agonia per un lungo periodo di tempo.

I guardiaparco nell’occasione hanno immediatamente avvertito i medici dell’ente, che precocemente intervenuti hanno provato a soccorrere in fretta l’Orsa Amarena che però presentava delle ferite troppo gravi per essere messa in salvo.

Sconvolgente è stato il racconto del medico che ha specificato come l’orsa si sarebbe alzata su quattro zampe, prima di recarsi a ridosso del luogo dove si sarebbe accasciata agonizzante.

Una scena davvero terribile con i suoi piccoli fermi per lungo tempo su delle piante adiacenti ad aspettarla, e fuggiti solamente nel momento in cui la voce dell’uccisione dell’Orsa si era diffusa per il paese e i borghi circostanti.

La presenza di decine di persone ha fatto scappare i cuccioli di Amarena, che fortunatamente sono stati avvistati e nelle prossime ore si spera nell’arrivo della buona notizia che conferma la loro cattura.

Un’operazione tutt’altro che semplice, anche perchè come spiegato in precedenza i piccoli dovranno essere chiusi in un recinto e poi rieducati per venire rimessi in libertà.

Comments (No)

Leave a Reply