Grotte di Stiffe, dalla riapertura post Covid record di visitatori

Le Grotte di Stiffe sono un fiore all’occhiello del turismo abruzzese, uno di quei luoghi incantati che se visiti non puoi che rimanerne innamorato.

Il 13 di giugno dopo una lunga chiusura causata dall’emergenza Sars-Cov2 le grotte hanno riaperto ai turisti, facendo registrare un vero e proprio record di visitatori. Si parla di più di 6000 presenze dalla riapertura, in circa un mese.

Grotte di Stiffe Foto di Maurizio Anselmi

Grotte di Stiffe Foto di Maurizio Anselmi

Grotte di Stiffe Foto di Maurizio Anselmi

Grotte di Stiffe Foto di Maurizio Anselmi

Grotte di Stiffe Foto di Maurizio Anselmi

Grotte di Stiffe Foto di Maurizio Anselmi

Per visitare le grotte ricordiamo che è necessaria la prenotazione, online o tramite telefono. Sono necessarie tutte le precauzioni previste dal decreto, dunque i visitatori dovranno essere provvisti di mascherine e guanti.

Le Grotte sono il risultato di anni di erosione del Fiume Rio Gamberale, che dal Massiccio del Sirente-Velino, sprofonda nella terra per risalire in superficie nei pressi di San Demetrio Ne’ Vestini.

Una vera e propria bellezza che merita di essere visitata.

Soprattutto per gli appassionati di fotografia, è molto consigliabile portarsi dietro una macchinetta per immortalare dei paesaggi davvero unici.