Mondiali Cortina, Azzurre mai nella gara. Nei maschi Paris sfiora il podio

La prima giornata dei mondiali di Cortina 2021 tanto attesi si è conclusa con dei risultati al di sotto delle aspettative, soprattutto per la nazionale femminile, con piazzamenti davvero deludenti che non hanno praticamente mai visto le nostre ragazze competitive per il podio.

Federica Brignone quest’oggi non è riuscita ad incidere andandosi a classificare soltanto in decima posizione, risultando tuttavia la migliore delle italiane in gara.

Marta Bassino partita con il pettorale numero uno sembrava inizialmente avesse potuto condurre una buona gara, immediatamente smentita però dai risultati di Suter, Shiffrin e Gut che già nel tratto iniziale dell’Olympia delle Tofane avevano quasi mezzo secondo di vantaggio sulle nostre ragazze.

Le gare di Marsaglia e di Curtoni sono state un po’ la fotocopia della gara di Brignone e Bassino, seppure condizionate anche da numeri di pettorale piuttosto alti e rispettivamente 17 e 19.

E’ inutile nascondere che su questa gara da inizio stagione la squadra azzurra e i tecnici avevano riversato grandi aspettative, che purtroppo non sono state rispettate.

L’oro mondiale è andato ad una straordinaria Lara Gut che si conferma quest’anno la regina indiscussa di specialità, seppure la sensazione è che Mikaela Shiffrin se non fosse stato per un grave errore a metà gara avrebbe potuto sicuramente conquistare un altro oro mondiale.

Ale secondo posto un’ottima Corinne Suter che avrà la possibilità di puntare all’oro già nella discesa di sabato, dove senza la sua rivale principale Sofia Goggia partirà certamente favorita.

Anche la nazionale maschile di Sci non ha riservato grandi sorprese, seppure le aspettative fossero certamente minori rispetto alle donne, con Paris che tuttavia ha sfiorato il podio classificandosi in quarta posizione.

Un ottimo risultato per lo sciatore di punta degli azzurri che proverà l’assalto all’oro nella gara di discesa che lo vedrà certamente tra i favoriti.

Sperando che nei prossimi giorni possano arrivare risultati migliori, non ci resta che augurare buona fortuna ai nostri azzurri in gara.