Coronavirus, mercatini di Natale a rischio

La curva dei contagi e dei decessi che in questi giorni sta interessando l’Italia ha costretto il Governo Italiano a varare un nuovo DPCM che ha visto il passaggio di molte regioni dalla zona gialla alla arancione e in alcuni casi alla rossa.

Ricordiamo che le aree in arancione o rosso presentano un genere di restrizioni che non permettono lo spostamento di regione in regione, arancio, e all’interno del proprio comune nel caso della rossa.

Il rischio sempre dagli ultimi dati forniti dall’istituto superiore della Sanità sembrerebbe molto elevato, e a preoccupare è la tenuta del sistema sanitario  che attualmente risulta piuttosto stressato.

Proprio di qualche giorno fa è l’appello dei medici e degli infermieri che hanno richiesto un Lockdown generalizzato come soluzione per tentare di abbassare la curva ormai esponenziale.

Non è detto che nei prossimi dieci giorni nel caso in cui i provvedimenti presi dal Governo non dovessero avere nessun effetto migliorativo, non possa essere presa la decisione di estendere l’area rossa in tutto il territorio nazionale.

Ci sono quindi poche speranze, almeno che non intervenga una miracolosa inversione di tendenza, che i mercatini di Natale che ogni anno stimolano l’interesse di migliaia di turisti e visitatori si possano svolgere.

Saranno decisivi i prossimi giorni, seppure ci dovesse essere un effettivo miglioramento difficilmente intorno a Natale si potrà tornare alla normalità.