Appennino settentrionale, dal 15 si torna a sciare sul Cimone e al Corno Alle Scale

L’Appennino settentrionale è pronto e quest’anno come non accadeva da tempo la neve è veramente moltissima. Tutto sembra andare a favore di una ripartenza della stagione sciistica invernale con il botto.

Anche se il Corno alle Scale e il Cimone SCI da inizio stagione non hanno mai smesso di lavorare modellando la neve sulle piste di sci in modo tale da farsi trovare immediatamente pronti quando sarebbe serviti.

Il Comitato Tecnico Scientifico nei giorni scorsi ha dato il via libera alla stagione, seppure con delle limitazioni sulle seggiovie e le ovovie dove il trasporto degli sciatori in pista dovrebbe avvenire al 50% per garantire quella distanza di sicurezza, tra le persone, utile a favorire la prevenzione e il rispetto delle regole.

Nelle prossime ore, nella giornata di domenica soprattutto, è attesa una nuova perturbazione che porterà inizialmente delle piogge e dei temporali diffusi anche in alta montagna con successiva quota neve in calo fin verso i 1300 metri della serata.

Accumuli che potranno risultare anche moderati specie oltre i 1600 metri di quota. Non sono esclusi ad oggi dagli ultimi aggiornamenti circa 30 cm di neve fresca.

Neve che andrà un po’ a rivestire nuovamente le nostre montagne che sono reduci dalle forti nevicate di gennaio prima e dallo scirocco poi, che ha rovinato lievemente il manto nevoso favorendo specialmente nei tratti esposti dei distacchi valanghivi talvolta importanti.

Nel lungo termine inoltre si vede anche la possibilità di un evento freddo per l’Europa e chissà che non possa essere il Jolly in riserva per garantire alla stagione invernale di proseguire ancora per molto tempo.