News
cimone sci webcam, finalmente è tornata la neve

Cimone Sci, la neve è tornata finalmente a cadere dopo oltre un mese di digiuno. Una mano santa per la stazione, che come tutte le altre in Italia, era andata un pò in sofferenza vista la carenza di precipitazioni in questo inverno.

CIMONE SCI, LA NEVE PREPARA IL PROSSIMO WEEK-END

Le condizioni meteo di queste ore vedono una concreta instabilità meteorologica, che anche nelle prossime ore continuerà a causare delle precipitazioni diffuse un po’ in tutto il territorio dell’Emilia Romagna.

Le precipitazioni assumeranno caratteristiche nevose fin sui 1000 metri di quota, circa, o localmente anche più in basso, con gli accumuli nevosi al suolo, che secondo il centro di calcolo Moloch-ISAC CNR potranno raggiungere o superare anche i 30 cm di neve fresca dai 1500 metri.

Per il Monte Cimone Sci si prepara dunque un fine settimana che dopo la neve di queste ore, potrebbe risultare davvero bello con tanta neve fresca e temperature elevate; forse anche sopra le medie del periodo.

NEVE IN ARRIVO ANCHE SULL’APPENNINO CENTRALE

Il peggioramento in queste ore sta giungendo anche sull’Appennino centrale, dove al momento però le temperature risultano ancora elevate tanto da consentire alla neve di scendere solamente al disopra dei 1500 metri di quota.

Entro metà mattinata l’aria si farà via via più fresca con la quota neve in calo fin sui 1300 metri, ma con le precipitazioni che pian piano andranno a dissolversi lasciando spazio a delle ampie schiarite.

Sull’Appennino Laziale al suolo sono previsti cadere tra i 20/30 centimetri di neve oltre i 170o metri di quota, mentre su quello abruzzese a fine peggioramento con ogni probabilità avremo tra i 5 e i 10 centimetri di neve fresca oltre i 1500 metri.

Più miti ancora le temperature sull’Appennino meridionale dove sono attese delle piogge, inizialmente fin oltre i 1800 metri di quota poi la quota neve si porterà fin verso i 1500 metri.

MIGLIORA DA MERCOLEDì, POI ALTA PRESSIONE

Da mercoledì le nuvole lasceranno spazio a delle ampie schiarite, con il sole che tornerà a splendere su gran parte delle nostre regioni e in particolare al centro-nord Italia.

Un pò di instabilità l’avremo ancora su basso Abruzzo, alto Molise (dove non si esclude qualche debole nevicata nelle ore centrali della giornata fin sui 1000 metri), Puglia e Calabria dove la neve si porterà fin sui 1300 metri di quota o localmente più in basso.

Da giovedì invece il miglioramento delle condizioni del tempo sarà totale, con l’alta pressione che riporterà il sole su tutta la nostra Penisola e l’alta pressione che consentirà alle temperature di riportarsi nettamente al di sopra delle medie del periodo.

Condizioni di stabilità che potrebbero durare fino alla giornata di domenica, quando l’alta pressione potrebbe momentaneamente cedere e lasciare spazio ad un veloce peggioramento del tempo; che questa volta potrebbe colpire i settori del versante adriatico.

Il contesto sarà tuttavia sempre il medesimo, con veloci precipitazioni che potrebbero lambire le nostre regioni adriatiche e il versante tirrenico che invece sarà ancora una volta illuminato dal sole.

Un inverno che quindi continuerà ad essere sottotono anche nei prossimi giorni e presumibilmente fino alla fine di febbraio, sebbene al Cimone Sci grazie a questa perturbazione sarà un fine settimana con i fiocchi.

Related Posts