Capracotta e l’eccezionale nevicata del 1938

L’Inverno del 1938 non verrà dimenticato facilmente dagli abitanti di Capracotta, soprattutto dai più anziani, che hanno vissuto quelle giornate infernali con la trepida attesa che tutto, presto, si concludesse nel migliore dei modi.

Quell’anno nevicò in maniera davvero abbondante, per giorni e giorni; al termine dell’evento, Capracotta misurava ben 4 metri di neve ed era difficile spostarsi per il paese, con ogni tipo di mezzo. La neve ricopriva le abitazioni, uscire da casa era praticamente impossibile e la gente fu costretta a rimanerne intrappolata all’interno per giorni  interi.

In questa foto allegata (fonte amicidicapracotta.com) possiamo osservare uno dei momenti più conciliati di quelle terribili giornate, con il Dott. Filiberto Castiglione e due suoi amici maestri, Nerone di Pietrabbondante e Sisto di Boiano a scalare le montagne di neve per distribuire del pane e un fiasco di vino alla gente bloccata in casa.

Fortunatamente la sopravvivenza delle persone venne garantita non solo dalla scorta di cibo e dal gesto di queste fantastiche persone, ma anche dalla legna da ardere che in paese abbondava in tutte le case.