Capanna Punta Penia sommersa da metri di neve, varchi creati con una motosega. Apertura rinviata, le immagini (VIDEO)

Capanna Punta Penia, il noto rifugio della Marmolada è sommerso da metri e metri di neve. Carlo Budel, gestore del Rifugio, ha condiviso nel suo profilo social una serie di immagini che mostrano lo stato in cui si trova la struttura. Le immagini sono davvero eccezionali, al suolo in alcuni punti oltre 5 metri di neve.

CAPANNA PUNTA PENIA INTERAMENTE SOMMERSA DALLA NEVE, LE IMMAGINI IN ELICOTTERO DI CARLO BUDEL. APERTURA RINVIATA A DATA DA DESTINARSI

La neve è davvero tantissima, tanto che Carlo Budel, uno tra i gestori del Rifugio Capanna Punta Penia, ha fatto sapere sempre tramite un post sulle proprie pagine Facebook, che per raggiungere la struttura in escursione è assolutamente necessario rivolgersi alle Guide Alpine.

Il manto nevoso presente è davvero consistente e in alcuni punti arriva a toccare o superare anche i 5 metri di altezza. Le immagini in elicottero sono davvero eloquenti e lasciano tutti gli spettatori a bocca aperta. Il team di Budel è a lavoro da qualche giorno per tentare di togliere tutta la neve presente dal Rifugio.

Un lavoro lungo ed impegnativo, che ha costretto gli operatori a scavarsi dei varchi con la motosega. La riapertura della struttura era prevista per questo fine settimana, ma è stato lo stesso gestore a far sapere che non sarà possibile anche per via delle condizioni meteo dei prossimi giorni che causeranno delle nuove ed abbondanti nevicate.

Per questo la stagione estiva, che solitamente inizia con l’arrivare del mese di giugno, al momento non ha una data certa di apertura che a questo punto dovrà essere stabilita strada facendo.

Capanna Punta Penia, il rifugio è sommerso dalla neve

Capanna Punta Penia, il rifugio è sommerso dalla neve. Foto dal profilo Facebook di Carlo Budel

L’immagine rende ancora di più l’idea, con il gestore che appare al centro di questi muri di neve scavati con l’ausilio di una motosega.

Di seguito il commento di Carlo Budel che invita gli escursionisti alla prudenza, viste anche le condizioni meteo presenti in questi giorni in montagna:

Tanta tanta,e ancora tanta neve …..I consigli per salire a punta penia dovete chiederli alle guide alpine se non siete esperti questo e molto importante…La guida alpina costa,perchè costa,perchè se vi fate male con la guida alpina siete assicurati e l’elicottero non lo pagate,perchè la guida alpina è una persona preparatissima che vi porta su e giù dandovi ramponi,picozza,vi lega e vi assicura…Ha la vostra vita in mano ,e vi regala un sogno..Quanti di voi sono saliti da me con una guida…?Io sono certo che avete passato una giornata stupenda….Non date bado a chi vuole darvi consigli non sapendo nemmeno come è fatta una montagna….Punto,se sei esperto sali e sai ciò che fai altrimenti ti regali un sogno grazie ad un professionista,ad una persona che la montagna la vive ogni giorno,ad una GUIDA ALPINA.

Nei prossimi giorni e nelle prossime ore nuove perturbazioni causeranno altre abbondanti nevicate. Anche a Capanna Punta Penia, 3343 metri sopra il livello del mare, e Rifugio più elevato delle dolomiti, sono attesi al suolo notevoli accumuli nevosi.

Comments (No)

Leave a Reply