News
Fuoco nell'oristanese evacuati Santu Lussurgiu e Cabras

Un drammatico incendio è divampato nel pomeriggio di ieri nei pressi di Montiferru in Sardegna, quando la situazione per via del vento sarebbe sfuggita di mano causando un’avanzata incredibile da parte delle fiamme verso i paesi circostanti.

A farne le spese sono stati soprattutto Santu Lussurgiu e Cabras che sono stati evacuati, perché le fiamme hanno lambito le abitazioni causando anche dei danni oltre che alla vegetazione anche alle strutture e alle automobili.

Dal pomeriggio di ieri sono in azione i mezzi aerei, flotta Canadair e gli elicotteri della Protezione Civile e Vigili del Fuoco, che stanno tentando il più possibile di circoscrivere l’incendio in modo tale che non possano venirsi a verificare nuove condizioni di disagio.

Nella notte le fiamme sono state altissime ed era possibile osservarle anche a Km di distanza.

Fuoco nell'oristanese evacuati Santu Lussurgiu e Cabras
Fuoco nell’oristanese evacuati Santu Lussurgiu e Cabras

Dalle primissime ore del mattino sono in azione 6 Canadair in un contesto che non risulta assolutamente semplice, condizionato da forti raffiche di vento che rendono più complicate del previsto le operazioni di spegnimento.

“Giornata tragica per gli incendi nella nostra isola. Ancora attivi i due roghi peggiori”. Lo scrive in una nota l’Agenzia regionale Forestas che in Sardegna fa parte della macchina antincendi. “A Usellus il maledetto fuoco è entrato nelle aree forestali, devastando ettari di sughera, con 12 mezzi ForestasAIB e 38 uomini impegnati – si legge – A Santulussurgiu, Cuglieri e Scano Montiferru le fiamme corrono, e dopo aver devastato il presidio forestale di Pabarile, quasi raso al suolo, ha percorso il territorio di Cuglieri ed ora raggiunge Scano Montiferru, dove arginano il fuoco altri 12 mezzi e 36 uomini ForestasAIB. Sarà una notte difficile – conclude l’Agenzia – Lottiamo contro questa piaga, in ogni modo…per la nostra terra martoriata”.

Related Posts