News
Impianti di risalita di Campo Staffi - foto Plein Air Stefano Ardito

Campo Staffi – Nel Lazio si torna a parlare di stagione invernale e di impianti sciistici: uno dei poli di riferimento della Ciociaria è sicuramente Campo Staffi, che con i suoi oltre 1800 metri di altitudine vanta di un complesso sciistico di tutto rispetto.

Purtroppo le ultime due stagioni sono state segnate dalla pandemia del Covid-19, che nella stagione 2019-2020 è stata accompagnata da una quasi totale assenza di innevamento sulle montagne del Lazio (e non solo). La stagione appena passata è stata caratterizzata invece da un innevamento ben oltre la norma degli ultimi anni, con accumuli veramente ingenti su tutti i comprensori del versante Laziale (in allegato l’ultimo scatto webcam risalente al 1 giugno 2021)

Le tracce di neve che ha resistito fino al mese di giugno 2021 denota un innevamento piuttosto abbondante della scorsa stagione invernale a Campo Staffi – campostaffi.org

Di recente lo stesso Comune di Filettino ha annunciato di voler trovare un investitore per la gestione di 2 anni degli impianti sciistici di Campo Staffi. Nel mese di ottobre, la giunta comunale sta predisponendo gli atti per la presentazione del documento di concessione a terzi della gestione e della manutenzione degli impianti di sci.

Il tutto verrà concordato in un’ottica di valorizzazione e rilancio dell’area del Parco dei Monti Simbruini, per avere non solo un tornaconto economico ma anche per essere alla pari con gli altri impianti situati nell’area del centro Italia.

Il rilancio delle attività sportive invernali e non solo dell’Appennino prosegue senza sosta.

Related Posts