Campo Imperatore si risveglia con la neve fresca

Il fronte freddo che nella serata di ieri è giunto sulla nostra Penisola traversandola da nord verso sud, è stata accompagnata da un sensibile calo delle temperature che ha fatto si che la neve tornasse a cadere anche sulle nostre montagne appenniniche.

Mediamente su tutto l’Appennino centro-settentrionale i fiocchi di neve sono scesi fin sotto i 1800 metri di quota, seppure l’accumulo è cominciato solamente intorno ai 2000 metri.

La temperatura minima della notte segnalata dalla stazione meteorologica di AQ Caput Frigoris è stata di -1.5°C.

Già dal pomeriggio di ieri come era visibile dalle webcam la neve stava scendendo intorno a quota 2100 metri di Campo Imperatore, che nella notte si è portata anche più in basso.

Questa mattina lo scenario è a dir poco invernale con gli ultimi km della strada che conduce all’albergo che è tornata ad imbiancassi.

Nulla di eccezionale sia chiaro ma intorno ai 2000 metri parliamo di circa 10 cm di neve fresca, che ha contribuito nel rendere nuovamente il paesaggio invernale.

Campo Imperatore neve di maggio

Nelle prossime ore il tempo continuerà a mantenersi instabile specie nelle ore pomeridiane della giornata, anche se tra sabato e domenica quella di oggi dovrebbe risultare la giornata migliore perchè da domani saranno possibili dei temporali pomeridiani talvolta anche di modesta intensità.

Per quanto riguarda poi la prossima settimana al momento non si intravedono possibilità di un periodo stabile e duraturo, al contrario potremmo assistere ad un nuovo sotto media a partire dalle giornate prossime al week-end venturo.