Campo Imperatore, il miracolo dei gattisti in un inverno anonimo. Ecco il video dal DRONE

Campo Imperatore, un vero e proprio miracolo è quello che stanno compiendo in questi giorni i gattisti del Gran Sasso d’Italia che nonostante le incredibili temperature, simil tardo primaverili, stanno consentendo alla stagione di poter proseguire con problemi limitati.

CAMPO IMPERATORE, IL VIDEO DAL DRONE DELLA CONDIZIONE DELLE PISTE. UN VERO E PROPRIO MIRACOLO DA PARTE DEI GATTISTI EL GRAN SASSO

Un inverno travestito da tarda primavera è quello che purtroppo si sta verificando sulla nostra Penisola e non solo, sebbene almeno gli altri paesi europei nel corso dei mesi passati sono stati investiti anche da qualche ondata di freddo.

Tuttavia in Appennino la stagione non è mai decollata, sia a causa delle altissime temperature che delle precipitazioni ad oggi quasi del tutto inesistenti.

Basti pensare che la stazione meteo di Campo Imperatore da inizio 2024 vede accumulati meno di 30 mm di pioggia. Nei prossimi giorni però si vede una luce in fondo al tunnel, con la pioggia e la neve che dovrebbero tornare ad imbiancare almeno le nostre montagne.

Il Gran Sasso con questo nuovo peggioramento non dovrebbe avere particolari problematiche, pertanto tornerà a vestirsi di bianco e a regalare uno scenario quanto meno degno dell’inverno.

In questi giorni nei social si è scatenato un acceso dibattito tra ambientalisti e non, che in più occasioni hanno messo in evidenza come gli impianti di innevamento artificiale in alcune aree non sembrano bastare per salvare la stagione.

Sul Gran Sasso sono stati fatti dei veri e propri miracoli, considerando che si tratta solo ed esclusivamente di neve naturale non essendo dotato di cannoni ad innevamento programmato.

Campo Imperatore, il miracolo dei gattisti del Gran Sasso sotto gli occhi di tutti

Campo Imperatore, il miracolo dei gattisti del Gran Sasso sotto gli occhi di tutti. Foto di Emanuele Valeri

La neve presente in pista è tutta quanta naturale e riportata dai bordi adiacenti agli impianti di risalita. Un ruolo determinante, per consentire tutto questo, lo ha avuto il vento che in questa area quando accompagna le precipitazioni causa degli accumuli eolici importanti anche in condizioni di magra .

Sulla destra dell’inquadratura lo sguardo verso la pista del Mirtillo, mentre sulla sinistra l’Aquila Bianca riservata agli allenamenti degli sci club e degli atleti.

Le miti temperature di questi giorni hanno rovinato solo marginalmente, e nelle ore centrali della giornata, il manto nevoso al suolo e in particolare nelle aree più basse del comprensorio immediatamente e nuovamente lavorato dagli operatori al termine di ogni giornata.

Il lavoro dei Gattisti del Gran Sasso è sotto gli occhi di tutti, così come la preparazione delle piste che mette in evidenza come anche con pochissima neve sulla montagna più alta dell’Appennino è possibile sciare.

Finalmente questa agonia di neve dovrebbe terminare e la neve a Campo Imperatore potrebbe tornare anche abbondante nel corso del prossimo fine settimana. Di questo ne parleremo nelle prossime ore.

Comments (No)

Leave a Reply