News

Campitello Matese, il Tar rischia di non far partire la stagione sciistica

La stagione sciistica di Campitello Matese rischia di restare ferma al palo a causa di un ricorso pendente al Tar

La stagione sciistica 2020/2021 di Campitello Matese rischia di restare ferma al palo. E non solo a causa della pandemia dovuta alla diffusione del Coronavirus. C’è infatti un ricorso pendente al Tar che potrebbe far ulteriormente slittare l’apertura degli impianti e dunque compromettere definitivamente la stagione già fortemente minata dalla presenza del Covid.

La questione è legata al bando di affitto degli impianti. Due società hanno partecipato alla gara per l’affidamento della gestione degli impianti di risalita di Campitello Matese e Capracotta: la Malbatour e la Dga Funivie che proprio 4 anni fa vinse la gara. Per la commissione la Malbatour ha ottenuto un punteggio maggiore. Ma il Comune di San Massimo ha presentato ricorso mosso da presunte motivazioni di conflitto d’interesse.

Dunque adesso tocca ai giudici del Tar Molise (che dovranno pronunciarsi sul ricorso a metà gennaio). Il rischio quindi è che a bloccare la stagione invernale non ci sia solo il Covid ma anche il ricorso dinanzi al Tribunale amministrativo.

Le piste si trovano tra i 1450 e 1900 metri di quota, con 6 impianti e 14 piste differenti per un totale di circa 40 km di percorsi tra gli Appennini Sanniti, che pedoni e sciatori possono ammirare dall’alto grazie alla Seggiovia del Caprio. Le strutture ricettive in prossimità delle piste, la Scuola di Sci, il Noleggio attrezzature e le numerose attività da poter svolgere sia d’estate che d’inverno, la rendono la meta ideale per le famiglie che vogliono trascorrere giornate di puro relax immerse nei meravigliosi panorami dei monti molisani.

Campitello Matese

Fonte: quotidianomolise.com