News
Caldo record in Lapponia, raggiunti i +32°C

Clima estremo in Europa con valori di temperatura che continuano a battere record su record di temperatura stabiliti negli anni passati. Ieri in Lapponia, oltre il Circolo Polare Artico, sono stati raggiunti i +32°C.

LAPPONIA, RAGGIUNTI I +32°C DI TEMPERATURA. PIU’ FREDDO IN PORTOGALLO DOVE NON SONO STATI SUPERATI I +22

Una situazione davvero incredibile quella che in questi giorni sta condizionando il clima sulla nostra Penisola, ma in generale in tutto il territorio Europeo con l’alta pressione africana che ha saldato solide basi in tutta l’Europa.

Nei giorni scorsi record su record degli anni precedenti sono stati stracciati un po’ in tutta la nostra Penisola ma non solo, tanto che sono stati raggiunti valori mai registrati prima per il mese di giugno. Episodi di caldo intenso che sono cominciati con l’inizio del mese di maggio e che in modo ripetuto, si sono verificati anche successivamente con ondate di calore via via sempre più miti ed intense fino ad arrivare a raggiungere valori di +27°C a 1500 metri.

Caldo record in Lapponia, raggiunti i +32°C
32°C registrati sulla Lapponia, +30°C a Tromso in Norvegia dove si è andati a un passo dal record assoluto di temperatura registrato nel 1972

L’Alta pressione africana questa volta l’ha combinata grossa, con l’estensione dell’alta pressione fino alle Isole Svalbard , oltre il Circolo Polare Artico.

Il dato di fatto è che in Lapponia le temperature hanno toccato il valore di +32°C nella giornata di mercoledì, così come a Tromso in Norvegia dove è stato battuto un secco +30.1°C a un passo dal record di sempre di +30.2°C registrato nell’ormai lontano luglio del 1972.

Il fatto più incredibile è che sulla Penisola Scandinava il caldo si fa sentire intenso anche nelle ore notturne della giornata, con le minime del Golfo di Botnia che non sono scese al disotto dei +22°C.

In Portogallo in questi giorni fa più freddo che nel Circolo Polare Artico, questo a causa di un’alta pressione africana che ha mollato lievemente la presa lasciando spazio ad infiltrazioni di aria umida e fredda e che ha contribuito anche allo sviluppo di forti temporali. Lisbona ad esempio nelle temperature massime non è andata oltre i +22°C.

CALDO NON MOLLA LA PRESA, VALORI DI NUOVO PROSSIMI AI +40°C

Ma il caldo non mollerà la presa nei prossimi giorni con una nuova ondata di calore che interesserà l’Europa e in generale la nostra Penisola, che raggiungerà nuovamente valori prossimi ai +40°C. Il mese di luglio sembrerebbe infatti cominciare così come ha concluso il mese di giugno, con tanto caldo e la siccità che continuerà almeno fino alla metà del mese a farla da padrone.

Anche in Scandinavia le temperature continueranno ad essere da record, con i valori che si manterranno molto elevati soprattutto per il periodo e ad un passo dal record. Questo accadrà sempre a causa di un’alta pressione che invaderà tutto il territorio europeo spingendosi molto a nord.

Sono tuttavia valori incredibili quelli registrati sulla Lapponiache non sono assolutamente consoni all’area e che ci fanno rendere conto come questa estate in questo momento stia facendo registrare delle condizioni meteo climatiche assolutamente eccezionali e per certi versi epocali. Per un cambiamento delle condizioni meteo, sembrerebbe bisognerà attendere la metà del mese di luglio.

Related Posts