Caldo anomalo in Appennino, superati i +15°C a 1300 metri: ecco i valori odierni

Caldo anomalo in Appennino, come anticipato nei giorni scorsi le temperature sono tornate nettamente a salire ad opera di un potente anticiclone che in queste ore sta causando dei valori di circa 10°C superiori ai normali valori del periodo.

CALDO ANOMALO IN APPENNINO, ECCO I VALORI ANOMALI DELLA GIORNATA ODIERA CON +15°C A 1300 METRI DI QUOTA

Caldo anomalo in Appennino, ecco i valori registrati nella giornata odierna

Caldo anomalo in Appennino, ecco i valori registrati nella giornata odierna

La mappa del centro di calcolo americano GFS, continua ad evidenziare come nei prossimi giorni l’ondata di calore con contributo subtropicale continuerà ad estendersi verso le alte latitudini. Il caldo intenso ed eccessivo per il periodo, tenderà a condizionare le temperature dell’Europa centro settentrionale grazie a questo anticiclone strutturato a tutte le quote.

La mappa che vedete in evidenza mostra i valori attesi nei prossimi giorni alla quota di riferimento di 850 hpa, con Francia e Spagna che avranno anche oltre 10°c al di sopra delle medie del periodo. L’Italia continuerà ad avere una anomalia termica positiva, seppure lievemente meno accesa ma sempre nell’ordine dei +2/+5°C al di sopra delle medie al centro nord.

Più contenute le anomalie risulteranno sulla Puglia garganica e sul basso versante adriatico.

LE TEMPERATURE DI OGGI, ROCCA DI MEZZO SFIORA I +16°C

Un anticiclone come specificavamo precedentemente dai connotati anomali, non solamente per le temperature ma per la sua struttura che vede dei geopotenziali record e degni della tarda primavera.

In queste ore il caldo intenso si sta facendo sentire e le zone che mostrano i valori più elevati, sono proprio quelle soggette ad una forte inversione termica di notte.

Le aree ad inversione sono le piane, quelle generalmente chiuse in tutte le direzioni dalle montagne, e che fanno un effetto frigorifero capace di trattenere per diverse ore il freddo nei bassi strati dell’atmosfera.

Per esempio valutando proprio i valori presenti sulla Rete Meteo di Caput Frigoris, possiamo renderci conto come le temperature minime sull’Altopiano delle Cinque Miglia e a Rocca di Mezzo (AQ), siano stati ampiamente negativi nella notte e nettamente positivi di giorno.

Alle Cinque Miglia il valore minimo registrato è stato di -5.6°C, mentre la temperatura massima di +16.6°C. E ci troviamo a 1250 metri sopra il livello del mare. Stesso discorso per Rocca di Mezzo dove la massima è stata di +15.6°C.

La temperatura veritiera è però quella presente in libera atmosfera, ed è quella che ci fa rendere conto di quelli che sono i valori di questa eccessiva ondata di caldo per il mese di gennaio.

La nostra stazione meteo, Chalet del Bosco di Campo Felice, quota 1730 metri, ha segnato una minima notturna di +6.3°C e una massima di +11.1°C.

Il discorso è tutto uguale e in tutte le aree dell’Appennino, anche la nostra stazione meteo Capracotta ha raggiunto una temperature massima diurna di +13.3°C.

Una ondata di caldo anomalo in Appennino, eccessiva per il periodo ma che va a confermare un trend che negli ultimi anni sembra essersi amplificato.

Anche su queste possibili cause ci torneremo, rimanete sintonizzati.

Comments (No)

Leave a Reply