Il borgo di Rovere sotto la neve, le più grandi nevicate degli ultimi anni FOTO e VIDEO

Il Borgo di Rovere sotto la neve, ecco le immagini foto e video delle più grandi nevicate degli ultimi anni.

IL BORGO DI ROVERE SOTTO LA NEVE E LE PIU’ BELLE E GRANDI NEVICATE DEGLI ULTIMI ANNI, ECCO LE FOTO

L’antico borgo dell’Altopiano delle Rocche è uno tra i più ricercati ed amati dell’intero Appennino, un paese immerso nella natura e a ridosso di una delle montagne di punta di tutto l’Appennino centrale. Il Monte Sirente.

Il borgo è posto proprio alle pendici della montagna e in inverno è famoso per le sue grandi nevicate, particolarmente intense con perturbazioni che giungono dai quadranti occidentali.

Gli abitanti del posto raccontano delle grandissime nevicate che avvenivano con frequenza diversi decenni fa, e delle temperature da brividi che colpivano l’intero altopiano delle Rocche quando ancora non erano presenti i riscaldamenti.

Si dice che nel periodo invernale si ghiacciassero anche le coperte dei letti delle abitazioni, e che la mattina capitava spesso che con il battipanni chi primo riusciva a svegliarsi andava a liberare chi ancora dormiva sotto diverse coperte.

Quando diciamo questo, che ci hanno riportato i più anziani della zona, facciamo riferimento agli anni 60/70.

Da allora la situazione è cambiata, un po’ per il cambiamento climatico in atto che vede una tendenza al rialzo delle temperature medie globali e un po’ perchè l’innovazione tecnologica nel corso dei decenni ha visto svilupparsi numerose tecniche di riscaldamento.

LE GRANDI NEVICATE DELL’ULTIMO DECENNIO

Nonostante le ultime stagioni invernali non sono risultate eccessivamente fredde e nevose, in realtà mediamente ogni 3/4 anni nei pressi dell’antico borgo adiacente a Rocca di Mezzo e Ovindoli si verificano delle abbondanti nevicate.

Le più belle e grandi in assoluto sono quelle avvenute nel febbraio del 2012, in seguito alla violenta e storica ondata di gelo che causò delle intense nevicate in tutto l’Appennino e anche delle temperature da record. Pensare che a pochi chilometri dal borgo, ai Piani di Pezza, la stazione meteorologica di AQ Caput Frigoris segnò un secco -37.4°C, record storico per l’Appennino.

Il borgo di Rovere sotto una intensa nevica. Gennaio 2017

Il borgo di Rovere sotto una intensa nevica. Gennaio 2017

Il 2015 fu un’altra annata dove si verificarono delle nevicate molto importanti, e lo fece specialmente nella sua seconda parte di stagione. Ricorderete un mese di marzo a dire poco eccezionale, specialmente sotto il punto di vista delle precipitazioni nevose che furono molto copiose.

Dal 15 passiamo direttamente al 2017, quando in occasione dell’ondata di freddo che colpì prevalentemente il versante adriatico della nostra Penisola tutto l’Abruzzo finì sotto a delle vere e tempestose bufere di neve.

L’immagine in allegato ne è un esempio lampante, di quelli che furono giorni con temperature molto basse vento molto intenso e nevicate a carattere di bufera. In quel caso ci furono grandi accumuli al suolo, sebbene precipitazioni ancora più corpose si erano verificate sul lato teramano del Gran Sasso d’Italia.

Rovere, Rocca di Mezzo, il borgo sotto la neve

Rovere, Rocca di Mezzo, il borgo sotto la neve. FOTO EMANUELE VALERI

Le ultime grandi nevicate dal 2017 si sono verificate nel 2021, nel periodo a cavallo tra il Natale e il Capodanno quando una serie di perturbazioni causarono accumuli capaci di sfiorare i 200 centimetri di neve fresca.

Anche in quel caso ricorderete le immagini dei maestri di sci, che in fila indiana andarono a liberare i paesani più anziani dagli incredibili mucchi di neve presenti.

Il borgo di Rovere è soggetto, come abbiamo in molti casi elencato, a grandi nevicate e speriamo nel nostro cuore ne possano essere documentate molte altre.

Comments (No)

Leave a Reply