News

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei tantissimi borghi dell’Appennino. Ieri abbiamo parlato della straordinaria bellezza di Campo di Giove, oggi invece vogliamo nuovamente portarvi in Molise, perchè oltre a Capracotta e a numerosi altri posti da favola, annoveriamo nella nostra lista anche il bellissimo borgo di Frosolone 5Frosolone, in provincia di Isernia. Frosolone è un Paese che ospita circa 3200 abitanti e si trova ad un’altezza di 894 metri sul livello del mare. Il centro abitato risale all’epoca medievale, mentre nella prima età romana la zona era abitata da popolazioni di ceppo sannitico, come testimoniato anche e soprattutto dalla presenza di recinti di mura megalitiche, di tipo poligonale e visibili sulla sovrastante montagna, in località Civitelle. Questi resti appartengono a quello che viene definito insediamento d’altura, una sorta di abitato fortificato dalle funzioni genericamente difensive di dimensioni prevalentemente medie, destinato con molte probabilità ad essere abitato soltanto in determinati periodi dell’anno.

Frosolone 4Come per altri borghi del Molise la fase medievale si conclude con il terremoto del 1456, quando si verificarono numerosi crolli e persero la vita almeno 300 persone. Un fase di forte sviluppo si verificò poi a partire dal periodo spagnolo, quando insieme ad Agnone e Trivento ospita una delle tre residenze vescovili della diocesi. La crescita di Frosolone continua per tutta l’età moderna, considerando che nell’anno 1532 il paese arriva ad ospitare fino a 800 famiglie, diventate poi 315 nel 1545 e 319 nel 1561. Per quel che concerne l’economia, il paese ha fondato la propria soprattutto sull’allevamento (in particolare di ovini) e sulla lavorazione artigianale di forbici e coltelli. Contemporaneamente a queste due attività principali vanno collocate anche un’agricoltura prevalentemente di sussistenza e tutte le altre attività legate alla fornitura di beni e servizi, necessari per una popolazione abbastanza cospicua rispetto agli altri centri vicini. C’è anche da Frosolone 7sottolineare che attualmente il paese vanta un’eccellente produzione agroalimentare, in particolar modo per quel che concerne i formaggi vaccini (caciocavallo e scamorza) e quelli ovini (pecorino); in continua espansione è anche il settore legato alla cavatura del tartufo.

Alcune curiosità: il nome Frosolone prende origine, secondo alcune fonti (ma si tratta di dicerie che per ora non trovano alcun riscontro) da un uccello presente nel gonfalone comunale, il Frisone. Altri invece narrano che Frosolone sarebbe stato fondato da monaci benedettini provenienti da Frosinone, che avrebbero di fatto chiamato il nuovo insediamento con il nome del loro luogo di provenienza. Si tratta, come detto, di ipotesi suggestive e lontane dalla realtà, in quanto mancano elementi necessari che possano dimostrarne la veridicità. Frosolone 8Anche l’origine dell’emblema comunale è tutt’ora ignota, anche se c’è da notare come esso presenti alcuni elementi in comune con quello che è lo stemma della famiglia nobile dei Muscettola, gli ultimi feudatari di Frosolone. Ogni anno, nel mese di agosto, a Frosolone si svolge anche la mostra-mercato nazionale delle forbici e dei coltelli, una vetrima molto importante e un punto d’incontro dei migliori artigiani italiani.

Per quel che concerne il clima, non ci sono particolari differenze con gli altri borghi situati nel cuore dell’Appennino molisano. Essendo anch’esso esposto alle frequenti irruzioni fredde dai Balcani, Frosolone presenta una media termica invernale davvero molto bassa, con nevicate spesso anche abbondanti e frequenti soprattutto nei mesi di Gennaio e Febbraio. Durante l’evento nevoso di una settimane fa in Paese si misurarono fino a 80 cm di neve, anche se in alcune zone a quote leggermente superiori si è superato di poco il metro di altezza. Per le bellissime foto allegate a questo articolo ringraziamo Ennio Battista.

Frosolone 6Frosolone 11Frosolone 10Frosolone 1Frosolone 9

 

Related Posts