News

L’Aquila e Pizzoli si svegliano vestite di bianco (FOTO)

La neve è tornata nella notte sulla città di L'Aquila, ma anche a Pizzoli dove al suolo si sono accumulati più di 10 cm di neve

Nella notte come da previsione è arrivata la neve un po’ ovunque, anche a bassa quota sulle nostre montagne appenniniche, infatti questa mattina anche la città di L’Aquila e Pizzoli si sono svegliate ammantate di bianco.

I vari nuclei precipitativi che sono transitati prima da ovest verso est e poi da est verso ovest con la ritornante, hanno interessato il territorio aquilano rendendolo molto invernale.

La neve è tornata ad imbiancare Pizzoli e l’Alta Valle dell’Aterno, oltre che la città de L’Aquila

L’immagine in allegato è della nostra webcam sita a Pizzoli e mostra come ampiamente documentato nella serata di ieri, come la neve si sia depositata al suolo anche in modo discreto. Si parla di un accumulo di oltre 10/15 cm.

https://www.facebook.com/NeveAppennino/videos/457082902542605/

Clicca al Link per vedere le dirette in tempo reale delle nevicate di ieri.

La neve è tornata a cadere anche sulla città de l’Aquila

Nelle prossime ore sull’Abruzzo in generale il tempo continuerà a mantenersi instabile, con le temperature che rimarranno molto fredde e la quota neve che si attesterà sui 500/600 metri.

Più interessate dalle precipitazioni nevose saranno le aree orientali e nordorientali dell’Abruzzo, in particolare quelle del Gran Sasso e della Majella che potranno fare i conti con nuovi deboli o moderati accumuli al suolo.

In tale contesto durante la giornata non è escluso possano verificarsi delle nuove nevicate su Pizzoli e talvolta qualche fiocco di neve può sconfinare anche sulla città de L’Aquila.

Il tempo andrà migliorando solamente dalla giornata di giovedì, quando l’alta pressione proverà a montare nuovamente i suoi massimi sull’Europa centrale, provando a regalare nuove giornate miti e con temperature al di sopra delle medie stagionali.

Prima tuttavia ci sarà da vedere l’evoluzione di questa ondata di freddo che certamente ancora risulta di difficile lettura, anche per la sua coda dove ci potrebbero essere nuove sorprese bianche.