News

La 26esima edizione di “Trekking col Treno” promette tantissime sorprese per tutti gli amanti della natura e della montagna. Perché stavolta l’iniziativa si estenderà non solo all’area del bolognese, ma anche alle province di Modena e Ferrara e alla regione Toscana, per una porzione di territorio più ampia che coprirà una maggior fetta di Appennino. L’iniziativa, così come nelle precedenti edizioni, consiste in un pacchetto estremamente vasto di escursioni all’insegna del turismo sostenibile disponibile fino all’8 Dicembre, con una partnership rinnovata tra la città di Bologna e il CAI.

Tutte le mete di partenza saranno raggiungibili attraverso l’ausilio dei mezzi pubblici, grazie al sostegno di Trenitalia e Tper. In linea di massima sono previste 60 escursioni che copriranno un raggio piuttosto ampio del territorio appenninico settentrionale; l’Appennino in generale, tutti i borghi antichi presenti, luoghi di memoria, colline, pianure ed itinerari da percorrere sia a piedi sia con l’ausilio delle bici. Confermata l’ormai classica Barbiana-Monte Sole, un trekking di una settimana circa tra Toscana ed Emilia Romagna sulle tracce di Don Milani e Giuseppe Dossetti. Sarà altresì possibile, anche nella nuova edizione, intraprendere l’escursione lungo la vecchia ferrovia Bologna – Verona, oppure osservare la “via lattea” attorno a Granarolo Emilia e anche la gita al rifugio più basso di Italia. Non potevano ovviamente mancare, infine, le escursioni dedicate alle eccellenze gastronomiche del posto. Un’altra delle novità più interessanti di quest’anno è sicuramente l’itinerario a tappe, su più domeniche, lungo la “via dei santuari” che collega Bologna e Prato. Quest’anno inoltre, data l’affluenza significativa di turisti stranieri, per un terzo dei tragitti sarà prevista anche una guida inglese.

trekking

Related Posts