NewsPrevisioni

Appennino, in arrivo le prime nevicate di stagione anche modeste in quota

Prima neve in arrivo in Appennino nelle prossime ore, con precipitazioni che tra giovedì e venerdì risulteranno anche modeste in quota

La stagione autunnale sembrerebbe entrare nel vivo proprio in queste ore, grazie a ripetute fasi di maltempo che sembrerebbero alternarsi almeno fino alla giornata di domenica.

In questo contesto oltre che il sapore dell’autunno, si percepiranno anche i primi freddi simil invernali con le prime nevicate che faranno la loro comparsa in montagna.

Una bassa pressione nelle prossime ore richiamerà aria fredda dal nord Europa, e causerà fenomeni talvolta anche di modesta intensità specie sui settori del versante adriatico.

In queste ore la neve è già arrivata ad imbiancare l’arco alpino e lo farà almeno fino alla giornata di domani, con i fiocchi che si porteranno anche al disotto dei 1600 metri di quota.

La prima neve è arrivata sullo Stelvio, e nelle prossime ore raggiungerà anche l'Appennino
La prima neve è arrivata sullo Stelvio, e nelle prossime ore raggiungerà anche l’Appennino

Anche in Appennino però arriverà la prima neve di stagione, con l’aria fredda che farà il suo ingresso tra le ore notturne e la mattinata di domani e i primi fiocchi si vedranno sull’Appennino settentrionale ad una iniziale quota di 2000 metri e successivamente in calo fin verso i 1700 e localmente più in basso.

Le precipitazioni sull’Appennino Romagnolo potranno risultare tra il debole e il moderato, con accumuli al suolo che a fine evento potrebbero attestarsi tra i 5/10 cm.

Nevicate nella giornata di giovedì attese anche sull’Appennino Marchigiano fin sui 1800 metri entro la serata di giovedì, mentre sull’Appennino Abruzzese le temperature si manterranno più elevate e la precipitazione nevosa si verificherà inizialmente soltanto oltre i 2300 metri di quota.

Venerdì le temperature risulteranno invece in generale calo, con l’aria fredda che farà il suo ingresso anche sull’Abruzzo e il Molise e una quota neve in calo entro le prime ore della mattinata fin sui 1700 metri di quota.

Più miti sull’Appennino Laziale le temperature a causa di un richiamo mite che porterà anche delle forti mareggiate sul lato tirrenico.