News
Appennino

Appennino, è un freddo risveglio di fine Settembre

L’Appennino si sveglia con temperature sotto lo zero dopo il passaggio dell’intensa perturbazione nord-atlantica accompagnata da aria molto fresca, o addirittura fredda, di origine polare-marittima. L’ondata di maltempo che ha colpito l’Italia ci ha fatto piombare nel pieno della stagione autunnale, come se l’estate fosse cancellata nel giro di uno o due giorni. Dal caldo al freddo, è stato uno sbalzo termico davvero importante, considerando anche che sui rilievi si è persino affacciata la prima neve di stagione, specie ad alta quota. Imbiancate le principali vette della dorsale, dal Monte Amiata fino alla Sila, passando per il Terminillo, il Gran Sasso, la Majella. Tutti si sono “vestiti” d’Inverno, pur se naturalmente non si è trattato di una nevicata particolarmente importante.

E poi il freddo, perché come accennato le temperature si sono abbassate anche di 10-12°C rispetto ai giorni scorsi e le ultime 12-24 ore hanno assunto davvero caratteristiche quasi invernali su moltissime regioni d’Italia. Ieri le ultime piogge sulle regioni centro-meridionali, oggi gli ultimi disturbi al Sud ma la tendenza è comunque votata ad un graduale miglioramento delle condizioni del tempo, peraltro già in atto al Centro e al Nord. Qualche nebbia nelle valli interne e qualche addensamento nuvoloso in più sulle Alpi, ma nulla più.

Questa mattina è invece il freddo a far parlare di se, specie in alcune aree appenniniche del Centro. Le temperature si sono infatti mantenute particolarmente basse, assai vicine allo zero e solo in taluni casi anche inferiori. Come nel caso di Campo Felice, che ha registrato una minima di -4°C, senza dimenticare anche Piani di Pezza, che segue anch’essa con -3,7°C. Altri valori: Rifugio Duca degli Abruzzi -2,1°C, Altopiano delle Cinque Miglia -1,8°C, Passo Godi -1,3°C, Rocca di Mezzo -0,4°C, Campo Imperatore +0,4°C, Monte Genzana +1,2°C. Fonte dati AC Caput Frigoris e Meteo Aquilano.

Appennino

Related Posts