Boom di turisti sui monti abruzzesi, Altopiano delle Rocche su tutti

Altopiano delle Rocche pieno di turisti.
Dopo un anno di pandemia le persone tornano a spostarsi e scelgono sempre di più borghi dove poter respirare aria buona, dove poter fare passeggiate all’aperto, in natura, magari in bici.

E così l’ Altopiano delle Rocche, che comprende comuni di grande interesse storico ed ambientale come Rocca di Mezzo con le frazioni di Rovere, Terranera e Fonteavignone, Rocca di Cambio ed Ovindoli con le frazioni di San Potito e Santa Jona (senza tralasciare Calascio, Rocca Calascio e Santo Stefano di Sessanio), non solo torna a popolarsi di turisti ma diventa anche una meta scelta per fare investimenti, in modo da riuscire ad offrire ancora maggiori servizi a chi la sceglie per passare le proprie vacanze.
Altopiano delle Rocche sold out. Foto di EMANUELE VALERI

E sono sempre di più i turisti che scelgono un po’ tutte le aree protette abruzzesi per trascorrere le vacanze a contatto con la natura e in luoghi dove è più facile garantire il distanziamento imposto dall’emergenza Coronavirus.

“C’è un cambio di passo ed è un trend che cresce già da qualche anno e che pone nuove sfide per cogliere a pieno quella che può essere davvero un’inversione di tendenza del destino di spopolamento e abbandono delle aree interne e montane, afferma il Presidente del Parco nazionale della Majella Lucio Zazzara.
Boom di turisti sull’ Altopiano delle Rocche. Foto di EMANUELE VALERI

Se la spiaggia – spiega Coldiretti – resta la meta preferita, con la preoccupazione degli assembramenti cresce il turismo in montagna e la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne italiane, in alternativa alle destinazioni turistiche più battute, mentre crollano le presenze nelle città.  Una occasione anche per riscoprire il patrimonio enogastronomico locale in una situazione in cui il 92% delle produzioni tipiche nazionali secondo l’indagine Coldiretti-Symbola nasce proprio nei piccoli borghi italiani con meno di cinquemila abitanti. La maggioranza degli italiani in viaggio – continua la Coldiretti – ha scelto di riaprire le seconde case di proprietà, o di alloggiare in quelle di parenti e amici o in affitto, ma nella classifica delle preferenze ci sono le pensioni e gli alberghi e molto gettonati sono gli agriturismi.
Altopiano delle Rocche e Rocca Calascio tra le mete preferite dai turisti. Foto di EMANUELE VALERI