Incidenti in montagna
Abruzzo, salvate mamma e figlia

Abruzzo, intorno alle 18:30 del pomeriggio del 18 di settembre il figlio di 16 anni aveva dato l’allarme riguardo la scomparsa della mamma e della sorellina di cinque anni.

ABRUZZO, RITROVATE MAMMA E FIGLIA DI CINQUE ANNI. A DARE L’ALLARME IL FIGLIO DI SEDICI ANNI

Una donna di quarantatré anni e la sua bimba di cinque sono state ritrovate nella giornata di ieri dal Soccorso Alpino e Speleologico intorno alle 04:00 del mattino. le due sarebbero state rintracciate negli impervi sentieri della Valle dell’Orfento, Provincia di Pescara, esattamente nel percorso che conduce all’Eremo Di San Onofrio.

La donna e la bambina hanno passato la notte al freddo, visto anche il corposo calo delle temperature causato dal passaggio del fronte freddo avvenuto nella giornata di domenica, e una volta raggiunte dalle squadre del soccorso sono state trasportate a valle dove sono state visitate dai sanitari del 118 e dal Centro medico di Caramanico.

Abruzzo, salvate mamma e figlia
Una donna di quarantatré anni e sua figlia di cinque sono state trovate e portate in salvo dal Soccorso Alpino Abruzzo dopo essersi perse nel Parco Nazionale della Majella. Foto di ARCHIVIO

A dare l’allarme del preoccupante accaduto era stato il figlio maggiore, che fino alla mattinata era stato con le due per poi separarsi ed andare con il gruppo di amici che nella prima parte della giornata aveva iniziato la gita con loro. Ma tornati a valle quando il ragazzo di sedici anni non ha avuto traccia della mamma e della sorellina, e per giunta il telefono risultava irraggiungibile ha immediatamente avvisato i soccorsi.

Il Soccorso Alpino e Speleologico ha tentato invano in un primo momento di rintracciare le due attraverso l’ausilio del telefono, che però è rimasto irraggiungibile e quindi anche impossibile da geolocalizzare.

E’ dalla base di penne che sono partite diverse squadre di soccorso, anche unità cinofile che hanno perlustrato tutta l’area del Camoscio del Parco Nazionale della Maiella. Nelle operazioni di ricerca sono stati coinvolti anche i Carabinieri di Popoli, e  i Vigili del Fuoco di Pescara.

Sono stati numerosi nel corso della stagione estiva gli interventi di Soccorso da parte del CNSAS in Abruzzo. per fortuna anche questa storia è terminata con esito positivo.

Related Posts