Orso Bruno Marsicano a passeggio a Castel di Ieri

Orso Bruno Marsicano a passeggio a Castel di Ieri, il Parco Regionale del Sirente Velino ha chiesto ai cittadini del posto la massima collaborazione per favorire la propria incolumità e quella dell’animale.

ORSO BRUNO MARSICANO A SPASSO PER CASTEL DI IERI, IL PARCO REGIONALE DEL SIRENTE VELINO HA CHIESTO LA MASSIMA COLLABORAZIONE AGLI ABITANTI DEL POSTO

Sono periodi favorevoli, questi, all’Orso Bruno Marsicano che dopo il periodo di ibernazione e con l’arrivo dei primi caldi sta tornando a farsi vedere per le nostre montagne.

In realtà anche a ridosso dei borghi del nostro Appennino, in particolare in quelli che sono risiedenti vicino ai parchi naturali o ai parchi nazionali.

Nei giorni scorsi abbiamo ampiamente parlato di mamma Amarena che è tornata a farsi vedere nei pressi di Villalago, borgo ai confini con il Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise dove l’orsa da giorni si mostra con a seguito i suoi due bei piccoli.

Sono tra l’altro i fratellini dell’orso Juan Carrito, l’orso più amato d’Italia, scomparso nel mese di gennaio 2023 a causa di un incidente che lo ha visto investito nell’area di Castel di Sangro.

Da giorni invece arrivano segnalazioni di presenza di un plantigrado nei confini del Parco Regionale del Sirente Velino, in particolare tra Castel di Ieri, Rovere, Piani di Pezza e zone limitrofe dove un plantigrado sarebbe stato avvistato più volte.

Due settimane fa, alcune persone hanno riferito di avere avvistato l’animale anche nei pressi del Cimitero di Rovere, frazione di Rocca di Mezzo, dove l’orso sarebbe stato di passaggio per poi salire verso la Piana di Pezza.

Non sappiamo di che esemplare si tratti, se maschio o femmina, ma quel che è certo è che anche sul Sirente l’attività dei plantigradi è piuttosto attiva.

A tale proposito e dopo le numerose segnalazioni, questa volta anche fotografiche, il Parco Regionale del Sirente Velino ha chiesto a tutti gli abitanti residenti nelle aree del parco di collaborare per garantire all’orso la propria incolumità, e alle persone la propria.

Le raccomandazioni principali sono più o meno sempre le solite, ovvero quelle di non lasciare cibo nei dintorni dei cassonetti dell’immondizia che potrebbe richiamare il plantigrado, non avvicinarlo e non avvicinarsi a tutti i costi all’animale per fotografarlo con il cellulare.

Orso Bruno Marsicano a Castel di Ieri

Orso Bruno Marsicano fotografato a Castel di Ieri. Il Parco Regionale del Sirente Velino si è raccomandato con tutti gli abitanti e turisti di collaborare per l’incolumità propria e dell’animale. Foto dal Web

L’immagine è stata scattata proprio nei pressi di Castel di Ieri, piccolo borgo di appena 291 anime facente parte della comunità sirentina in Provincia dell’Aquila.
Qualche giorno prima un altro plantigrado, che in realtà potrebbe essere anche lo stesso, è stato avvistato proprio nel territorio aquilano ed immortalato con tanto di video.

L’animale non ha il radiocollare pertanto neanche i guardia parco sanno se si tratta dello stesso esemplare o di esemplari differenti.

Eventuali avvistamenti, avvisa il Parco, devono essere segnalati ai Carabinieri Forestali, 1515, o direttamente al Parco Regionale del Sirente Velino al numero 08629166.

L’ Orso Bruno Marsicano è sbarcato e documentato dunque anche nel Sirente Velino.

Comments (No)

Leave a Reply