Senza categoria

8 Giugno 1783: quando sull’Abetone una bufera di neve causò accumuli fino a 2 metri

8 Giugno 1783: un forte temporale causò un brusco abbassamento delle temperature sull'Abetone. In alcuni punti la neve arriva a sfiorare i 2 metri.

L’8 Giugno 1783 una fortissima bufera di neve investì l’Appennino settentrionale, tant’è che in alcune zone dell’Abetone si registrarono accumuli nevosi anche superiori a 150-160 cm. Stiamo tuttavia parlando di un periodo in cui le temperature erano ancora piuttosto fredde rispetto alle attuali, periodi in cui l’Estate viveva spesso di fasi fresche e allo stesso tempo estremamente piovose. Ma facciamo un passo indietro: il 7 giugno 1783 una forte perturbazione atlantica causò piogge intense e persistenti su tutte le regioni centro-settentrionali, con particolare riferimento alla dorsale appenninica settentrionale, esposta per stau alle umide correnti da ovest. L’enorme quantitavo pluviometrico caduto nell’intero arco della giornata causò numerosi straripamenti, specie dei fiumi Sestaione e Lima. Nel corso della serata dello stesso giorno la situazione migliorò parzialmente e alle forti piogge si sostutuirono tesi venti e una spessa coltre nebbiosa che ridusse drasticamente la visibilità.

Nulla lasciava presagire al violento temporale che si scatenò, nelle medesime aree, poco prima della mezzanotte; un temporale capace di causare un vero e proprio tracollo delle temperature, tant’è che i valori si abbassarono come fosse pieno Inverno! Da lì a breve la neve si sostuì alla pioggia e si scatenò una vera e propria bufera in pieno stile. Nevicò intensamente per tutta la notte e fino alla successiva mattinata, quella dell’8 Giugno, quando in alcune zone dell’Appennino tosco-emiliano si registrarono accumuli di neve anche superiori ai 150-160 cm! Al Passo dell’Abetone si misurarono circa 2 metri di neve fresca, mentre alle quote più basse fu la grandine a causare i disagi maggiori. Ci vollero diversi giorni prima che la situazione tornasse alla normalità, la neve infatti resistette in alcuni punti anche una ventina di giorni circa.

(Fonte documento Storia del Clima).

Abetone 1783
L’Abetone sotto la neve. Fonte Storia del Clima