Medio-lungo terminePrevisioni

Temporali e instabilità, da domenica di nuovo caldo ad oltranza

Temporali ed instabilità al Centro Sud per il passaggio di un nucleo fresco in quota diretto verso la Grecia. Da domenica di nuovo caldo ad oltranza.

Caldo ad oltranza da domenica

Temporali ed instabilità stanno coinvolgendo numerose regioni del Centro Nord, per il passaggio di un nucleo fresco e instabile in quota che dal Nord sta scivolando, molto rapidamente, verso l’Italia meridionale. Domani raggiungerà la Grecia e lascerà in eredità un pò di instabilità soprattutto all’estremo Sud e sulla Sicilia, ove quella di domani sarà una domenica piuttosto variabile, con frequenti annuvolamenti, improvvisi temporali e possibili grandinate. Il tutto accompagnato da un abbassamento delle temperature anche nell’ordine degli 8-10°C, ma il calo termico dipenderà molto dall’intensità delle precipitazioni. Mentre al Sud le prossime 24 ore vedranno condizioni di marcata instabilità, sul resto d’Italia il tempo migliorerà sensibilmente ed il caldo tornerà intenso praticamente ovunque.

Sarà quindi una piccola parentesi “fresca” ed instabile che in un paio di giorni farà sentire i propri effetti su tutto lo Stivale; già oggi al Nord il tempo è sensibilmente migliorato, con i temporali che si stanno concentrando soprattutto al Centro e in talune zone del Sud. Domani ancora piogge e rovesci tra Puglia, Calabria, Basilicata e nord-est della Sicilia, specie al pomerigio, mentre migliora sensibilmente sul resto della Penisola. Caldo che tornerà a farsi sentire al Centro Nord, con punte che potranno facilmente raggiungere i +32/+34°C.

caldo

Da qui si aprirà dunque una nuova fase di tempo stabile, caldo e soleggiato che si protrarrà per diversi giorni; a parte una rapida rinfrescata che i modelli individuano per martedì, non sono infatti attesi cambiamenti degni di nota e l’alta pressione tornerà ad intensificarsi sempre di più su buona parte del bacino centro-occidentale del Mediterraneo. Qualche temporale potrà affacciarsi di tanto in tanto soprattutto sulle Alpi, specie nel fine settimana, quando dovrebbe avvicinarsi un sistema perturbato collegato ad una saccatura sull’Europa centrale. Ma ormai l’Estate è decisamente ben avviata.