Previsioni

Temporali 19 Agosto: Appennino e Isole a rischio fenomeni intensi

L'instabilità non concede tregua e anzi, nelle prossime ore tenderà ulteriormente ad accentuarsi. Anche oggi a rischio fenomeni intensi Appennino e Isole.

I temporali che stanno da giorni tenendo sotto scatto gran parte dell’Italia hanno avuto il merito di determinare un sensibile ridimensionamento delle temperature rispetto al caldo intenso ed opprimente dei giorni scorsi. C’è meno umidità, quindi di conseguenza meno afa e meno disagio, mentre al mattino e nelle ore serali inizia a percepirsi anche una certa frescura. Siamo ben lontani dal collegare questo cambiamento con il declino della stagione, ma non possiamo certamente esimerci dal fatto che da qui ai prossimi giorni l’Estate progressivamente tenderà a vacillare, soprattutto se andranno in porto i movimenti sinottici che da qualche tempo stiamo osservando con una certa attenzione. Ma dei particolari a riguardo non mancheremo di riparlarne nel corso delle prossime analisi.

Intanto la situazione attuale, perché un vortice di bassa pressione presente sui nostri mari meridionali continua a penalizzare con la sua circolazione instabile buona parte delle nostre regioni. Fin dalla mattinata ritroviamo infatti un pò di nubi e qualche temporale soprattutto in Sardegna e nel nord della Sicilia, mentre sul resto della Penisola son presenti degli ampi spazi soleggiati (attenzione, non traggano in inganno!). Preludio ad un pomeriggio che vedrà l’instabilità accentuarsi bruscamente su gran parte del Centro Sud, senza naturalmente dimenticare gli improvvisi temporali che si “accenderanno” sull’arco alpino (coinvolto maggiormente, tuttavia, il versante estero, senza però escludere sconfinamenti). E dunque, attenzione durante le ore pomeridiane ai temporali che si svilupperanno sull’Appennino centrale e meridionale, nonché in Sardegna (specie settore meridionale, attenzione!) e Sicilia; Lazio, bassa Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise e tutto il Sud gli altri settori coinvolti dalle precipitazioni. Sconfinamenti possibili verso coste e pianure del medio-basso Tirreno.

Temperature in aumento al Nord, in calo al Centro sud e sulla Sardegna. Massima per lo più comprese tra 26 e 32°C, ma con punte fino a 34/35°C sulla Val Padana centro-orientale. Fresco in serata e al primo mattino, specialmente nelle zone coinvolte dalle precipitazioni.