Previsioni

Temporali 16 Agosto, Centro Sud nel mirino

Ancora il Centro Sud nel mirino dell'instabilità; previsti per il pomeriggio forti temporali, coinvolto soprattutto l'Appennino centrale e quello calabro.

Esauritarsi quasi definitivamente la circolazione depressionaria che ha tenuto sotto scacco, ieri, parte delle regioni centro-meridionali, il tempo gradualmente tenderà a migliorare e ce ne possiamo accorgere anche stamane per via della presenza di maggiori spazi soleggiati. Ciò non vuol dire che la situazione si stabilizzerà definitivamente e anzi, anche nei giorni a venire sarà facile imbattersi in temporali talora intensi specie nelle zone montuose, per via di un contributo fresco in quota che faticherà (e non molto) a riassorbirsi. Detto delle ampie schiarite presenti stamane, bisogna anche menzionare le forti piogge che in nottata hanno interessato il medio versante Adriatico, in particolar modo le zone costiere e limitrofe dell’Abruzzo, con un nubifragio importante che ha coinvolto il Chietino. Fortunatamente il temporale si è esaurito nell’arco di un breve lasso di tempo e nelle prime luci dell’alba la situazione si presentava abbastanza tranquilla.

Or bene, senza dilungarci troppo in spiegazioni e discorsi effimeri, andiamo subito ad osservare ove nel pomeriggio andranno i svilupparsi i sistemi temporaleschi più importanti; detto delle regioni centro-meridionali (che a breve tratteremo nel dettaglio) una menzione a parte bisogna riservarla a quei temporali che si manifesteranno durante il pomeriggio sulle Alpi occidentali; nella mappa in allegato possiamo osservarli tra il Piemonte e la Valle D’Aosta, ma attenzione perché in serata tenderanno progressivamente ad intensificarsi e allo stesso tempo a trasferirsi verso l’alta Lombardia. Non dovrebbero coinvolgere le immediate aree di pianura, ma è un ipotesi che tuttavia non ci sentiamo di escludere completamente.

Spingiamoci ora al Centro Sud, come promesso; qui ritroveremo sicuramente i fenomeni temporaleschi più importanti; si svilupperanno tutti durante le ore pomeridiane e si formeranno esclusivamente lungo la dorsale appenninica. Solo successivamente, col passare delle ore, si estenderanno fin verso le immediate aree costiere e/o pianeggianti di Lazio, bassa Toscana e medio-alta Campania, senza dimenticare naturalmente i fenomeni attesi nell’entroterra abruzzese e quello molisano. Attenzione: tra Lazio e Abruzzo (nell’area cerchiata in rosso) non escludiamo fenomeni anche particolarmente intensi. Più giù qualche improvviso scroscio di pioggia potrà bagnare anche la Basilicata e a tratti l’area del Salento, mentre fenomeni più consistenti (anche qui, attenzione!) coinvolgeranno l’Appennino calabro. Nel tardo pomeriggio, al più in serata, il tempo migliorerà ovunque (per le Alpi occidentali si legga sopra).