PrevisioniPrevisioni settimanali

Temporali, dove e quando nei prossimi giorni

Gran parte della settimana sarà caratterizzata da condizioni di marcata instabilità; forti temporali su gran parte d'Italia, molto forti in talune aree.

Ora che la perturbazione di Ferragosto ha ormai raggiunto la propria fase culminante, possiamo già discutere della successiva evoluzione meteorologica che ci terrà compagnia per  i rimanenti giorni della settimana. Se è vero che il vortice di bassa pressione, ora al Sud, tenderà progressivamente a colmarsi nel corso della giornata odierna, è altresì vero che il Mediterraneo centrale rimarrà per diversi giorni orsono preda di una circolazione d’aria instabile causata dalla “ferita” inflitta dall’attuale depressione. Tale lacuna barica impiegherà svariato tempo prima di riassorbirsi, allo stesso modo l’anticiclone farà estrema fatica ad allungare le sue “leve” fin sulla nostra Penisola. Ne deriverà che il tempo, pur migliorando, non guarirà totalmente e frequenti saranno quindi i temporali che nelle ore pomeridiane si svilupperanno a ridosso dei principali comprensori montuosi. Un classico tempo estivo insomma, ma non l’insidia del caldo africano che per un pò (forse definitivamente, cnhissà) si farà da parte, fortunatamente.

Detto dei temporali, è bene specificare che ove presenti (sia oggi sia nei giorni a venire) potranno presentarsi anche particolarmente intensi, altresì accompagnati da furiose raffiche di vento e da locali, diffuse grandinate. Andando con ordine, confermiamo l’instabilità marcata che si concentrerà oggi soprattutto sulle regioni centro-meridionali; qui ci attende una giornata particolarmente movimentata, fortemente influenzata dai rovesci a carattere temporalesco che a macchia di leopardo bagneranno quasi tutto il territorio, eccezion fatta per l’estremo Settentrione. Qui, dopo i residui acquazzoni mattutini sulla costa romagnola, la situazione volgerà verso un progressivo, definitivo miglioramento. Lazio, Marche, Umbria orientale, Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e nord della Sicilia le altre regioni coinvolte, qui i fenomeni potranno a tratti presentarsi anche di forte intensità, in special modo tra il pomeriggio e la sera/notte.

RISCHIO TEMPORALI PER LA GORNATA DI FERRAGOSTO. IN ROSSO POSSIBILITA’ MOLTO ELEVATE DI FENOMENI. FONTE METEOBLUE.COM

Prossimi giorni: ancora temporali, non si scappa; domani, giovedì 16, fenomeni attesi all’estremo Sud, medio versante Adriatico (qui specie al mattino anche sulle coste), Lazio e più diffusamente nelle zone interne meridionali della Sardegna. Saranno tutte precipitazioni che si estenderanno, con gradualità, verso le vicine aree costiere e/o pianeggianti. Venerdì 17 instabilità in tutto il Centro Sud, al pomeriggio; non verrà risparmiato nessun settore e così come verrà coinvolta la dorsale appenninica, stessa sorte toccherà a coste e pianure, indistintamente. La novità è che tornerà ad affacciarsi qualche temporale pomeridiano anche su Alpi e Prealpi, qui con possibili sconfinamenti serali verso le pianure di Piemonte ed alta Lombardia. Sabato 18 situazione medesima; temporali un pò ovunque al Centro Sud, molto frequenti anche sull’Appennino settentrionale, sulle Alpi, le Prealpi e in forma minore anche nell’entroterra sardo. Domenica 19 maltempo anche marcato sulle regioni centro-meridionali, con piogge e temporali che non risparmieranno nessun’area. Andrà un pò meglio al Nord e forse anche sulla Sardegna.

Per quel che riguarda le temperature ci attendiamo un progressivo aumento nel corso della settimana anche grazie al maggior soleggiamento. Dal sottomedia di questi giorni i valori torneranno dunque a portarsi nuovamente al di sopra della media climatica, pur se solo di un paio si gradi. La sensazione, tuttavia, è che l’Estate uscirà da questa lunga fase instabile molto ridimensionata e con ben poche certezze…