Medio-lungo terminePrevisioni

Potente anticiclone russo-siberiano, verranno raggiunti valori di 1065 hpa

Potente anticicolone russo siberiano, raggiungerà valori di 1065 hpa

Tutti gli appassionati e gli addetti ai lavori, avranno notato quest’anno la presenza di una figura barica che non si vedeva da tempo. La presenza dell’alta pressione russa-siberiana che nel corso dei prossimi giorni raggiungerà valori di 1065 hpa.

Non si tratta di un valore che viene reggiunto tutti i giorni. Si tratta di un’alta pressione termica (che acquisirà anche una componente dinamica nei prossimi giorni) che viene alimentata dall’aria piuttosto gelida presente nei bassi strati dell’atmosfera.

Generalmente tale alta pressione pone le sue basi sulla Siberia orientale, ma è solita migrare nei territori circostanti quali, Russia Europea, Mongolia, Kazakistan, ecc…

cope-nevosa

Tale struttura barica viene a generarsi con un precoce raffreddamento di queste aree, complice anche la lontananza dai mari e la scarsa insolazione che contribuiscono a far si che l’aria stratifichi, si stabilizzi e si fermi.

E’ capace di influenzare le condizioni meteo-climatiche specie sul territorio Euroasiatico, generalmente invece meno conseguenze le porta sull’Europa orientale dove prevalgono condizioni di tempo molto freddo e generalmente secco.

Questa stagione potrebbe rivelarsi diversa da quella precedente. Alcuni studi sostengono che la presenza di un’ampia copertura nevosa, e il conseguente sviluppo di un anticiclone termico danno maggiori probabilità di avere un vortice polare poco organizzato e dunque non compatto nel corso dei mesi invernali. Tale situazione risulterebbe alla base degli scambi meridiani capaci di portare degli episodi invernali fin sulle medie/basse latitudini.

Ciò sta a significare che viste le attuali premesse, già il mese di Dicembre potrebbe acquisire quella dinamicità che è mancata nella scorsa stagione e che non si vede da diverso tempo.

Ne riparleremo….