Medio-lungo terminePrevisioni

Meteo Appennino 4 Febbraio: maltempo intenso al Sud, neve persistente a quote medio-alte

Il maltempo si sposta sulle estreme regioni meridionali, portando tante piogge, qualche temporale e abbondanti nevicate sull'Appennino, ma solo in quota.

L’ondata di maltempo che sta attanagliando la nostra Penisola tenderà a concentrarsi, ad inizio settimana, soprattutto all’estremo Sud e sulla Sicilia, per la persistenza del vortice di bassa pressione che qui insisterà per un paio di giorni. Scivolando verso sud suddetto vortice liberà le regioni del Centro Nord dalla nuvolosità, in particolar modo quelle settentrionali, la Sardegna e il settore tirrenico centro-settentrionale, che tornerà così ad osservare un pò di sole dopo le abbondanti precipitazioni delle ultime ore.

All’estremo Meridione il maltempo insisterà, localmente intenso, sia nella giornata di domani sia in quella di mercoledì, con piogge localmente forti soprattutto sul settore jonico, qualche temporale e soprattutto tantissima neve sull’Appennino calabro-lucano, la Sila e l’Aspromonte. Meglio altrove, se non fosse per qualche nuvola di passaggio qua e là collegata alle perturbazioni che attraverseranno l’Europa centrale. Ma ecco le previsioni per l’Appennino per la giornata di lunedì 4 Febbraio:

Poco o nulla di cui commentare per quel che concerne l’Appennino settentrionale, che vedrà il ritorno di ampi rasserenamenti dopo le piogge e le successive nevicate delle ultime ore. Sarà quindi il sole a prevalere, per gran parte della giornata, fatta eccezione per qualche nuvola di passaggio in tarda mattinata sul settore emiliano-romagnolo e in serata su quello ligure e tosco-emiliano (in quest’ultimo caso si tratterà per lo più di velature).

Il maltempo si farà sentire con una certo vigore soprattutto sulle regioni centro-meridionali, in particolar modo quelle del Sud e del medio-basso Adriatico. Qui pioverà intensamente per gran parte della giornata sui settori pianeggianti, costieri e collinari, mentre la neve tornerà a cadere a tratti copiosa alle quote alte dell’Appennino. Nevicherà tra Marche, Abruzzo e Molise oltre i 1100-1200 metri di quota, localmente più in basso nel sud delle Marche e nel Reatino. In serata migliora da nord, mentre nuove precipitazioni risaliranno dal basso Adriatico verso Abruzzo e Molise, qui con quota neve in rialzo e in generale compresa tra 1300-1500 metri.

Piogge, rovesci e temporali interesseranno per gran parte della giornata tutto l’estremo Sud italico; i fenomeni coinvolgeranno fin dal mattino la Calabria e la Sicilia, per poi estendersi rapidamente a tutto il settore. Si formeranno locali temporali che dallo Ionio risaliranno verso Puglia e Basilicata, mentre altri graviteranno tra Calabria e Sicilia, portando precipitazioni spesso forti accompagnate da intense raffiche di vento. Sull’Appennino nevicherà solo ad alta quota, in generale oltre 1400-1500 metri, ma con quota neve che tenderà ad alzarsi ulteriormente nella seconda parte della giornata.