Medio-lungo terminePrevisioni

Un Vortice Polare disturbato alla base dell’irruzione fredda della prossima settimana in Europa

Un Vortice Polare disturbato alla base dell'irruzione fredda della prossima settimana in Europa

Nell’editoriale di venerdì, abbiamo anticipato la possibilità di una prima irruzione fredda sul territorio europeo nel corso della prossima settimana.

Dalle emissioni modellistiche continuano a giungere conferme al riguardo. Certo è, che tali configurazioni dai connotati più invernali che autunnali possono portare delle dinamiche un pò troppo anticipate per il periodo.

Alla base di tutto questo però, c’è un Vortice Polare che appare piuttosto disturbato.

dis

A conferma di ciò, è possibile osservare come l’indice AO (Arctic Oscillation), sia ormai in caduta libera.

caduta

Per i non esperti, in parole semplici, quando l’indice AO viaggia in territorio negativo, sta a significare che il Vortice Polare risulta più debole.

Questo, come conseguenza principale può favorire delle discese di aria più fredda verso latitudini mediamente più temperate e risalite di aria calda verso il Polo.

La linea di tendenza, vedrà instaurarsi un pattern di tipo SCAND + con aria fredda in discesa sul bordo orientale dell’alta pressione.

attesa

Dunque specie per l’Europa centro-orientale, ma marginalmente anche per la nostra Penisola ci attendiamo un sensibile calo delle temperature.

Da non dare per impossibile l’arrivo della prima neve della stagione, anche a quote non propriamente di alta montagna per il nostro Appennino.

Di questo però ne riparleremo, quando la situazione si mostrerà più chiara anche riguardo la nostra Penisola.