Medio-lungo terminePrevisioniPrevisioni settimanali

L’anticiclone delle Azzorre, l’Estate mediterranea e i temporali

L'alta pressione delle Azzorre alla conquista dell'Europa; fase estiva mediterranea, attenzione ai temporali per afflusso di aria fresca da est in quota.

L’attuale fase meteorologica vede l’anticiclone delle Azzorre disteso lungo i paralleli tra il medio oceano Atlantico e il Mediterraneo centro-occidentale. Il tempo, pertanto, prosegue a mentenersi stabile e soleggiato su gran parte dell’Italia, fatta eccezione per della persistente instabilità sulle estreme regioni meridionali. La figura anticiclonica, seppur molto vasta e coriacea, si sta tuttavia limitando ad occupare la nostra Penisola solo marginalmente, permettendo a fresche correnti in quota da est di spingersi verso sud-ovest rinnovando condizioni di tempo instabile, localmente perturbato. E’ soprattutto al Sud, Sicilia e parte del Centro che in questi giorni si stanno verificando temporali anche piuttosto intensi, ma nella notte appena trascorsa qualche fenomeno ha interessato anche la Val Padana centro-occidentale, un pò a sorpresa. La situazione, sotto questo aspetto, non subirà particolari variazioni nel corso dei prossimi giorni, pertanto non ci attendiamo ad ora particolari stravolgimenti nello scacchiere sinottico europeo.

Osservando la mappa di cui sopra possiamo riassumere l’andamento meteorologico per la settimana corrente; l’alta pressione, pur se in progressivo indebolimento, persisterà nella sua posizione per almeno altri quattro-cinque giorni, mantenendo così inalterata la situazione meteorologica sul nostro Paese. Mentre al Nord, Sardegna e parte delle regioni centrali il tempo proseguirà a mantenersi stabile, soleggiato e caldo (nella norma, senza eccessi e tipico dell’Estate mediterranea), al Sud e in Sicilia insisteranno i temporali, anche forti e che sovente sconfineranno verso le immediate aree costiere e/o pianeggianti. Anche l’Appennino centrale tra Abruzzo, Lazio e Molise verrà coinvolto dall’instabilità, mentre più saltuariamente qualche episodio temporalesco potrà coinvolgere anche il settore prealpino centro-orientale. Da metà settimana i temporali si faranno nuovamente più estesi e torneranno a coinvolgere anche il Centro Nord, le Alpi e alcune zone della Val Padana. Persisteranno ovviamente al Centro Sud e sulla Sicilia, risultando diffusamente di forte intensità. Temperature senza grosse variazioni, caldo nella media e fresco gradevole al mattino e nelle ore tardo serali/notturne.

Resta da confermare un possibile guasto nel fine settimana ad opera di un fronte freddo in discesa dal nord-est europeo e collegato a quella profonda depressione che nella mappa soprastante ritroviamo poco a nord delle Isole Britanniche. Ci torneremo nei prossimi appuntamenti.