Previsioni

Imminente e rapido peggioramento del tempo: week-end con l’ombrello

Nel corso delle prossime ore brusco cambiamento del tempo con rovesci, temporali e pulviscolo sahariano

slm_gph500_eu_36
Mappa a cura di www.meteonetwork.it

Ha raggiunto oggi il massimo “fulgor” la struttura anticiclonica che ha determinato condizioni di tempo in prevalenza mite e soleggiato di giorno e facilitato freddo da inversione, formazione di nebbie e foschie di notte e di primo mattino sulle aree pianeggianti e nelle vallate.

Nel corso delle prossime ore, infatti, una perturbazione nord-atlantica porterà un brusco cambiamento del tempo, oltre ad deciso calo delle temperature. In questa fase le regioni Meridionali vivranno dapprima un sensibile (anche se temporaneo) aumento delle temperature per il richiamo di miti correnti meridionali pre-frontali capaci di sollevare e spingere sulla nostra Penisola pulviscolo sahariano in sospensione atmosferica.

Fonte: www.aemet.es/es/idi/SDS-WAS
Fonte: www.aemet.es/es/idi/SDS-WAS

La giornata di venerdì, quindi, vedrà piogge a tratti anche intense su Toscana, Umbria, Marche, Romagna, Lazio e Sardegna in graduale estensione ad Abruzzo, Molise e Campania con nevicate inizialmente al di sopra dei 1800 metri. Tempo prevalentemente soleggiato al Sud ove, però, si assisterà ad un vistoso rialzo delle temperature che si porteranno anche fino a 10-15 gradi sopra le medie del periodo.

Mappa a cura di www.meteonetwork.it
Mappa a cura di www.meteonetwork.it

Sabato 25, invece, la medesima perturbazione darà origine ad un vortice depressionario che, traslando verso sud, porterà piogge diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su medio-adriatico e regioni Meridionali. Passaggio perturbato seguito da venti di Bora e Grecale che avranno il merito di riportare le temperature verso valori più consoni al periodo. Nevicate sull’Appennino a partire dai 1000/1200 metri di quota. Nel corso della giornata di domenica 26 il vortice di bassa pressione tenderà ad allontanarsi dalla nostra Penisola favorendo, così, un deciso miglioramento delle condizioni meteorologiche, fatta eccezione su Puglia, Calabria e Sicilia ancora alle prese con residui acquazzoni.

Angelo Ruggieri

Mappa a cura di www.meteonetwork.it
Mappa a cura di www.meteonetwork.it