Previsioni

Gelo e neve al Centro Sud, previsioni regione per regione per sabato 23 Febbraio

Aria molto fredda sta per irrompere sull'Italia, domani sarà una giornata davvero invernale, con gelo, fortissimi venti e neve su parte dell'Appennino.

Aria fredda di estrazione artica sta per irrompere sul nostro Paese e le prime nevicate in quota stanno già interessando i settori interni tra Abruzzo e Molise, ove vengono segnalati fiocchi al di sopra dei 1200-1300 metri. Nel corso delle prossime ore la massa gelida siberiana scivolerà ulteriormente verso sud-ovest, andando ad alimentare un vortice di bassa pressione sulle estreme regioni meridionali. Atteso un sabato dalle caratteristiche prettamente invernali, con brusco crollo termico, fortissimi venti dai quadranti settentrionali e nevicate su parte dell’Appennino, anche copiose e persistenti sul settore calabro-lucano. Ma ecco le previsioni regione per regione per sabato 23 Febbraio:

MARCHE

Le correnti artiche in arrivo dalla Russia porteranno soprattutto condizioni di spiccata variabilità sul settore centro-meridionale della Regione, con possibili, improvvise nevicate sul settore dei Monti Sibillini a partire dai 100-200 metri di quota, specie tra il pomeriggio e la serata. Si tratterà comunque di fenomeni molto deboli ed isolati, che rapidamente cesseranno con il passare delle ore. Maggior stabilità sulla parte settentrionale, ove non mancheranno schiarite che diffusamente si presenteranno anche piuttosto ampie. Venti molto intensi da nord/nord-est, con raffiche oltre gli 80-90 km/h sui settori interni e nei valichi montuosi.

ABRUZZO

Giornata di sabato fredda o molto fredda per l’ingresso del nucleo gelido russo; alle tante nubi presenti un pò ovunque si assoceranno nevicate soprattutto nelle zone interne fino a quote basso-collinari, in generale tra i 100 e i 200 metri. Fenomeni più consistenti nei settori centro-meridionali, con buoni accumuli in quota. Andrà meglio sui settori costieri, ove ritroveremo qualche schiarita in più. Nella notte precipitazioni in graduale indebolimento, in alcune zone della Regione tenderanno addirittura a cessare. Venti molto forti da nord, raffiche anche superiori ai 100 km/h nelle zone interne. Clima freddo.

MOLISE

Tempo molto instabile ovunque, in special modo nelle zone interne, ove ritroveremo nevicate localmente di moderata intensità fino a quote bassissime, sotto i 100-200 metri. Fenomeni più consistenti nell’area di Capracotta, ove ci attendiamo gli accumuli nevosi maggiori. Andrà meglio sulle aree costiere, ove alle nubi si alternerà qualche schiarita in più. Attenzione ai venti, che soffieranno con raffiche persino superiori ai 115-120 km/h nei valichi appenninici meridionali.

LAZIO

Giornata in prevalenza soleggiata quasi ovunque nei settori pianeggianti e costieri centro-settentrionali. Maggior variabilità sul Basso Lazio e nelle aree più interne appenniniche, ove parzialmente si faranno sentire gli effetti dell’irruzione gelida orientale. Qualche nevicata, in giornata, si attarderà sul Reatino oltre i 200-300 metri, interessando parzialmente anche la zona dei Monti Ernici orientali, alle medesime quote. Non escludiamo fiocchi sparsi nell’area del Frusinate per sfondamento da est. Venti intensi, farà freddo e nelle zone interne si supereranno i 100 km/h.

CAMPANIA

Nevicate nel corso della giornata interesseranno tutta la dorsale appenninica, a quote generalmente variabili tra 100-300 metri. Non escludiamo sconfinamenti nelle zone interne del Beneventano e dell’Avellinese, per via dello sfondamento delle nubi da est. Andrà meglio sui settori costieri e pianeggianti, ove non mancheranno maggiori spazi soleggiati. Tra la sera e la notte fenomenologia in graduale indebolimento o cessazione. Venti molto forti, temperature in brusco calo.

PUGLIA

Giornata dal sapore nettamente invernale; forti venti e condizioni di maltempo interesseranno tutta la regione, con piogge sui settori di pianura e nevicate nelle zone montuose fin sotto i 200-300 metri, sul Tavoliere e nelle Murge. Andrà meglio nell’area del Gargano, ove ritroveremo maggior variabilità ma generali condizioni di tempo asciutto. Non escludiamo, visti i possibili temporali associati al peggioramento, che qualche nevicata vada ad estendersi fin verso le zone di pianura sul settore centrale della Regione. Tra la sera e la notte migliora ovunque. Forti venti gelidi da nord/nord-est, con mari agitati o molto agitati.

BASILICATA

Sarà una giornata di sabato all’insegna della neve, un pò ovunque. Neve nel Materano e nel Potentino fino a quote collinari o basso collinari, in generale oltre 200-300 metri. Neve anche sull’Appennino lucano, alle medesime quote. Non escludiamo anche qui fenomeni nevosi fino in pianura, molto dipenderà (esattamente come per la Puglia) dall’entità della fenomenologia precipitativa. Tra la sera e la notte cessano i fenomeni a partire da est, mentre continuerà a nevicare, dal moderato al debole, sul settore Lucano, con quota neve in aumento e in generale compresa tra 300-400 metri.

CALABRIA

Tantissima neve in arrivo su Sila e Aspromonte, ove nelle successive 24 ore ci attendiamo accumuli nevosi anche superiori al metro di altezza. Nevicherà per gran parte della giornata a quote intorno ai 300-500 metri, in aumento graduale solo a partire dal pomeriggio-sera (siamo sui 600-700 metri). Nella notte ancora fenomeni molto intensi nelle zone esposte alle correnti orientali, con accumuli ingenti ad alta quota. In questo frangente, tuttavia, il limite delle nevicate tenderà ad alzarsi, attestandosi con il passare delle ore sui 700-900 metri. Freddo ovunque, mareggiate sulle coste e temperature in forte calo.