Medio-lungo terminePrevisioni

Forte crollo termico nel week end, arriva l’aria fredda da nord

Brusco cambiamento nel fine settimana; l'aria fredda in discesa da nord causerà un forte calo delle temperature su tutta l'Italia. L'Autunno ci prova.

Aria fredda in arrivo nel fine settimana

Nella giornata di ieri, approfondendo l’aspetto relativo all’evoluzione attesa per i prossimi giorni su scala euro-mediterranea, abbiamo evidenziato un importante cambiamento dello scenario meteo-climatico su tutto il Vecchio Continente nel corso della seconda parte di questa settimana. Si tratterà di un cambiamento molto brusco che si consumerà con gradualità, tant’è che nel giro di sei-sette giorni tutto il comparto europeo ne subirà le conseguenze, chi in maniera più marcata, chi meno. Ma tant’è, il comun denominatore di questa situazione sarà il maltempo, senza trascurare ovviamente il forte abbassamento delle temperature.

La dimanica di questa evoluzione l’abbiamo discussa ieri, oggi vogliamo parlare soprattutto dell’aspetto termico perché, a conti fatti, passeremo da una situazione climatica simil-estiva ad una fase autunnale, o forse addirittura tardo autunnale. Da giorni si sta discutendo su quella che sarà la reale entità del calo termico atteso sull’Italia, partendo dal presupposto che oltr’alpe l’aria fredda farà sentire i suoi effetti maggiori (sulle Alpi di confine cadrà addirittura la neve fino a quote medie). Il grosso di questo raffreddamento si manterrà quindi concentrato sui Paesi europei centrali, ove alla quota isobarica di riferimento di 850 hPa (1500 metrif circa) sono attese termiche fino a -2/-3°C (in taluni casi anche -4°C, specie su Svizzera e Austria. Qui farà un freddo davvero invernale).

aria fredda
Il brusco raffreddamento previsto per il fine settimana. Da notare che l’aria fredda più intensa si manterrà confinata oltre le Alpi. Fonte mappa www.wxcharts.com

Per quel che riguarda la nostra Penisola, anche qui ci aspettiamo che i termometri si abbassino repentinamente su tutto lo Stivale. L’aria fredda affluirà sia dalla Porta della Bora sia dalla Valle del Rodano, per cui ovunque il clima subirà un deciso raffreddamento. Stando ai modelli moltissime regioni perderanno fino a 10-12°c rispetto alle temperature attuali, ragion per cui non è assolutamente difficile che talune città passino da valori termici sopra media a valori nettamente sotto media. Questa differenza farà dunque percepire condizioni di freddo assolutamente maggiore. Il tutto accompagnato da forti piogge, temporali e tesi venti da ovest/nord-ovest, che acuiranno ulteriormente la sensazione di freddo.

Sarà una fase autunnale molto brusca, come avrete capito; si inizierà da venerdì, quando l’aria molto fresca impatterà sulle Alpi. Sabato dilagherà a tutto lo Stivale, anche se il grosso si manterrà confinato oltre le Alpi, sfilando solo marginalmente verso l’Europa orientale. Sull’Italia si perderanno fino a 10-12°C e il clima diverrà freddo autunnale, ponendo dunque fine a questa lunga Estate che sembrava non voler abdicare mai.