Medio-lungo terminePrevisioni

Flessione termica a metà settimana, temperature giù di 6-8°C

A metà settimana aria più fredda determinerà una graduale flessione termica su tutto il nostro Paese. Temperature che in alcune zone perderanno fino a 6-8°C.

Flessione termica a metà settimana

Flessione termica a metà settimana su gran parte della nostra Penisola, in seguito al passaggio di una vasta saccatura colma di aria fredda che si riverserà, con estrema foga, sui Paesi dell’Europa orientale. L’Italia verrà solo lambita da questa intensa irruzione artica, il grosso sfilerà infatti molto più ad est e non avrà moto di coinvolgerci in maniera diretta. Qualche “spiffero” freddo riuscirà comunque a farsi strada, ma si limiterà soprattutto ad interessare i settori adriatici e parte dell’estremo Settentrione. In alcune zone, rispetto ai valori termici attuali, registreremo un abbassamento delle temperature anche piuttosto convinto ma, in linea di massima, l’andamento climatico non subirà poi così grandi sconvolgimenti.

Dal punto di vista meteorologico, dopo il dominio indiscusso dell’anticiclone in questi ultimi 7-10 giorni, segnaliamo il passaggio di un pò di nubi sparse, domani, su gran parte della nostra Penisola, ma in generale il rischio precipitazioni sarà tutto sommato scarso e limitato alla serata in alcune regioni del Centro Nord (Liguria e Toscana in primis). Martedì qualcosa cambierà in maniera un pò più decisa; un fronte d’aria fredda molto rapido attraverserà le regioni centrali fin dalla mattinata, producendo piogge e rovesci sparsi su Lazio e medio versante Adriatico, in quest’ultimo con i fenomen che persisteranno fino alla serata. Si tratterà di piogge per lo più moderate ma che, a tratti, potranno presentarsi anche piuttosto intense, sottoforma di temporale. Migliorerà rapidamente, già mercoledi tornerà infatti a splendere il sole su tutto lo Stivale.

flessione termica
Mercoledì aria fredda lambirà l’Italia

Miglioramento che coinciderà anche con l’ingresso dell’aria fredda; si, perché la “coda” della saccatura artica in spostamento verso l’Europa orientale riuscirà parzialmente a lambire anche il nostro Paese, producendo un calo termico per lo più moderato soprattutto sui versante orientali peninsulari e su parte del Nord; qui, proprio mercoledì, si perderanno fino a 6-8°C rispetto ai valori che registreremo oggi. Nulla di che, le temperature massime comunque oscilleranno tra +15/+20°C, ma nelle zone appenniniche tornerà a farsi sentire un pò di freddo. Il tutto accompagnato da un momentaneo rinforzo dei venti da nord. Altrove flessioni per lo più blande, nell’ordine dei 2-4°C (pensate, Sicilia e Sardegna non ne risentiranno affatto e anzi, se possibile qui i valori addirittura aumenteranno per l’ingerenza dell’anticiclone sub-tropicale). Da giovedì, ma ancor di più nel prossimo week end, il rinforzo dell’alta pressione sarà garanzia di una nuova fase di tempo stabile e soleggiato su tutta Italia, ma stavolta con temperature in forte aumento per l’apporto di aria più calda nord-africana. In questa fase ci saranno località che potranno sfiorare agevolmente la soglia dei 30°C.

flessione termica
Nel prossimo week end, ma già a partire da giovedì 16, fase calda sull’Italia, con temperature che sfioreranno i 30°C nel fine settimana