Previsioni

Aria fredda in arrivo, in serata brusco calo termico e forti venti da nord

Brusco crollo termico in serata per l'ingresso di aria più fredda polare; temperature giù anche di 8-10°C. Si rinforzano anche i venti da nord.

Aria fredda irromperà stasera sulle regioni adriatiche

Aria fredda di origine artica sta puntando decisa l’Europa orientale e porterà una fase di tempo prettamente invernale nelle prossime 24-48 ore. Si tratta di una saccatura piuttosto vasta, che si estende dalla Scandinavia fin giù alla Penisola balcanica, ove il fattore comune è rappresentato dal freddo, dai forti venti e dalla neve fino a bassa quota (ma localmente anche in pianura in molte zone). Aria artica che parzialmente riuscirà a lambire anche l’Italia, sfruttando un momentaneo cedimento dell’anticiclone, peraltro già visibile in queste ore a causa del passaggio di numerosi annuvolamenti. In molte regioni sta già piovendo da diverse ore e la situazione tenderà a peggiorare ulteriormente nel corso del pomeriggio, quando i fenomeni si faranno via via sempre più organizzati ed estesi.

aria fredda

Il flusso umido occidentale sta veicolando un sistema perturbato piuttosto intenso che porta piogge, rovesci e qualche temporale soprattutto sulle regioni centrali. Al Sud stanno transitando innocue nubi stratificate, mentre il Nord si mantiene libero da nuvole. Il tempo è destinato ulteriormente a peggiorare nel corso del pomeriggio, quando le piogge andranno gradualmente ad estendersi verso il settore Adriatico e su parte dell’estremo Meridione, entro sera. Tra Lazio (specie zone interne), Abruzzo e Molise pioverà davvero intensamente e ci attendiamo nevicate oltre i 1600-1700 metri di quota. Gradualmente, col passare delle ore, schiarite sempre più ampie si faranno strada da ovest, con l’instabilità che lentamente scivolerà verso il basso Adriatico.

aria fredda

Il miglioramento sarà altresì seguito dall’ingresso di aria decisamente più fredda dai vicini Balcani; aria fredda che farà letteralmente crollare le temperature anche di 8-10°C sui versanti adriatici,  con tanto di brusco rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali. Venti che soffieranno con raffiche anche superiori ai 70-80 km/h nel corso della prossima notte, con punte prossime ai 100 km/h nei valichi appenninici tra Lazio, Abruzzo e Molise. Mercoledì mattina farà quindi decisamente fresco e in gran parte del Paese le temperature minime non andranno oltre i 3-7°C (ad eccezione di Sardegna e Sicilia). Sull’Appennino tornerà a far freddo e i valori scenderanno ben al di sotto degli zero gradi centigradi. Sia mercoledì, sia giovedì saranno due belle giornate di sole, caratterizzate da un clima per lo più gradevole ovunque. Un pò di caldo tornerà a farsi sentire a partire da venerdì e per tutto il fine settimana, quando diverrà sempre più ingerente la presenza dell’anticiclone sub-tropicale.