Medio-lungo terminePrevisioni

Analisi meteo: tendenza a clima via via più freddo

Analisi meteo: tendenza a clima via via più freddo nel corso dei prossimi giorni, l'ondulazione del getto porterà aria più fredda fin sull'Europa e l'Italia.

L’anticiclone è ben esteso sull’Europa meridionale e il Mediterraneo e continua a garantire prevalenza di bel tempo su gran parte della nostra Penisola. Nelle pianure del Nord e nelle zone interne/vallive del Centro insiste qualche nebbia anche piuttosto compatta e il freddo, per il momento, si fa sentire solo al mattino grazie all’inversione termica. I giorni che statisticamente dovrebbero quindi risultare i più freddi dell’Inverno (i cosiddetti “Giorni della Merla”) si stanno ancora una volta confermando in controtendenza con quello che è l’andamento climatico degli anni passati, confermando quindi una sorta di tendenza a progressivo aumento medio dei valori termici già registrato in questi ultimi Inverni. Tra l’altro anche osservare l’Appennino praticamente quasi sgombro da neve lascia già una sorta di amaro in bocca, la speranza è che nei prossimi giorni qualcosa possa cambiare e che il volto dell’Europa torni nuovamente a presentarsi invernale, quanto meno nel mese più indicato, Febbraio…

situazione attuale

Intanto l’alta pressione che protegge buona parte dell’area Euro-Mediterranea tenderà progressivamente a perder colpi e la maggior ondulazione del getto polare produrrà l’ingresso di masse d’aria via via più fredde verso le medio-alte latitudini, ove si rinvigorirà l’attività depressionaria. Una prima depressione si staccherà dal flusso principale complice anche la spinta verso nord dell’alta pressione delle Azzorre e nella giornata di domani andrà a posizionarsi tra la Scandinavia e le Isole Britanniche, producendo un primo generale abbassamento delle temperature in sede europea. Nel corso del fine settimana l’aria fredda riuscirà a spingersi ancor più a sud fino a lambire anche la nostra Penisola, ove dopo la mitezza dei giorni scorsi, registreremo un progressivo abbassamento delle temperature, ovunque. Al seguito di questa rapida incursione artica non escludiamo piogge e rovesci sopratuttto sul versante Adriatico e al Sud, con possibili nevicate lungo l’Appennino a quote ancora da stabilire.

situazione prossimi giorni

Una seconda saccatura di estrazione polare-marittima penetrerà sul Continente europeo all’inizio della successiva settimana, anch’essa con le stesse dinamiche della precedente. Questo a conferma che l’ondulazione del getto darà vita ad un periodo meteo-climatico sicuramente più dinamico, capace quindi di tener lontano l’anticiclone dalle latitudini euro-mediterranee. Anche questa seconda saccatura dovrebbe poi spimgersi verso sud fino a raggiungere il nostro Paese, che molto probabilmente verrà coinvolto in maniera maggiore rispetto alla prima. Quel che possiamo confermare, allo stato attuale, non è solo il cedimento progressivo della struttura anticiclonica, ma anche una generale tendenza ad abbassamento delle temperature in gran parte dell’Europa. Febbraio inizierà quindi con un’altra marcia rispetto a come si sta concludendo Gennaio, vedremo in altre sedi se queste differenze, ad ora molto marcate, saranno in grado di caratterizzare la seconda parte di un Inverno finora decisamente anonimo.