News

Verifica dei viadotti sulla A24, scattano le limitazioni per il traffico pesante

Verifica dai viadotti sulla A24 costruiti nel 1968-69, Scattano le limitazioni al traffico pesante su otto viadotti tra Lazio e Abruzzo.

La Strada dei Parchi informa che partirà, nel corso dei prossimi giorni, una campagnia di verifica tecnica dei primi viadotti costruiti tra il 1968 e il 1969 sull’autostrada A24. Allo stesso tempo, proprio sui viadotti interessati, scatterranno alcune limitazioni per il traffico pesante; ci sarà infatti il divieto assoluto per il transito di trasporti eccezionali, mentre per quel che concerne i Tir scatteranno i divieti di sosta sulla corsia di emergenza e il divieto di sorpasso. Inoltre il transito sarà consentito, sempre in relazione ai mezzi pesanti, solo con un aumento della distanza di sicurezza. I controlli, le verifiche e le limitazioni interesseranno otto viadotti tra i primi realizzati sull’A24 e costruiti 49 anni fa nel tratto Laziale e in quello Aquilano dell’autostrada A24, strutture queste che negli ultimi tempi hanno subito scosse telluriche a ripetizione. Le limitazioni del traffico pesante sono tuttavia solo una misura precauzionale che consentirà, inoltre, alla Concessionaria SdP di effettuare controlli all’interno delle travi dei viadotti, ed in particolare quelle di prima generazione. Si tratta di strutture precompresse, sostenute da un sistema di cavi in acciaio, che hanno la funzione di mantenere in tensione tutta la struttura.

aa24

Questi i viadotti critici sull’autostrada A24:

il viadotto Della Noce (circa km 27), il viadotto Cannuccette (circa km 28) e il viadotto Santo Stefano (circa km 29), nei pressi di Castel Madama.

Il viadotto Pietrasecca (circa km 60) nel Comune di Carsoli.il viadotto Pié di Pago III (circa km 70) e il viadotto Fiume Salto (circa km 71), nei pressi di Torano, poco prima del bivio con la A25 per chi viene da Roma.

Il viadotto Valle Orsara (circa km 85) e il viadotto Fornaca (circa km 92) tra i Comuni di Lucoli e de L’Aquila.

Sono inoltre in corso ulteriori verifiche sulla A25 dove non sono state riscontrate particolari anomalie, questo anche in relazione alla diversa tipologia degli impalcati.