News

Escursionisti in difficoltà sul Monte Velino, intervento del CNSAS

Monte Velino, tre escursionisti hanno richiesto l'aiuto del Soccorso Alpino e Speleologico CNSAS avendo perso l'orientamento sulla montagna

Nel giorno in cui si stanno per svolgere i funerali delle quattro vittime della valanga sul Monte Velino, avvenuta tra il 24 e il 25 gennaio, tre escursionisti si sono avventurati sul Sentiero numero 3 della montagna perdendo il Senso dell’orientamento.

Una Squadra del CNSAS sarebbe partita per andare a recuperare gli escursionisti, che sembrerebbero però essere in buona salute.

La chiamata sarebbe arrivata nel momento in cui i Soccorritori del CNSAS stavano per prendere parte alla commemorazione delle quattro vittime recuperate appena pochi giorni fa.

L’area nei giorni scorsi era stata vietata sia dalla zona della Marsica che da quella di Lucoli, sia per gli interventi in corso dei soccorsi che per l’elevato rischio valanghe.

Rischio valanghe che rimarrà elevato anche nel corso dei prossimi giorni, proprio a causa di questo rialzo termico che raggiungerà il suo massimo fulgore nel corso della settimana.

In Appennino sono presenti grandi accumuli di neve soprattutto oltre i 1600 metri di quota, con creste sporgenti e modellate dai forti venti che hanno accompagnato gli scorsi peggioramenti del tempo.

Ricordiamo che in questi momenti sta per prendere il via la cerimonia di commemorazione delle vittime del Monte Velino, con i familiari che dopo i recuperi dei corpi potranno finalmente dare il loro ultimo saluto.