News

Scalata K2: l’ottomila è stato conquistato durante la stagione invernale

Il 16 gennaio 2021 il K2 è stato conquistato per la prima volta in inverno. Era l’ultimo ottomila a non essere mai stato scalato in inverno

Scalata K2 durante la stagione invernale: l’impossibile è stato reso possibile.

Scalata K2
Scalata K2, la prima foto dalla vetta

In una giornata di splendido sole un team di fortissimi alpinisti Nepalesi è appena riuscito a completare la storica prima invernale del K2, con i suoi 8611 metri la seconda montagna più alta della terra e, fino a poche ore fa, l’ultimo ottomila a non essere mai stato salito nella stagione più fredda. In un primo momento non si sapeva chi fosse salito in cima. Poi uno dei protagonisti della vetta, Nirmal Purja, il 37enne Nepalese che l’anno scorso in sei mesi e sei giorni era riuscito a salire tutte le 14 montagne più alte del mondo, ha reso noto l’elenco dei summiter: Nimsdai Purja, Mingma David Sherpa (Team Nimsdai), Mingma Tenzi Sherpa (Team Nimsdai), Geljen Sherpa (Team Nimsdai), Pem Chiri Sherpa (Team Nimsdai), Dawa Temba Sherpa (Team Nimsdai), Mingma G, Dawa Tenjin Sherpa (Team Mingma G), Kilu Pemba Sherpa (Team Mingma G) e Sona Sherpa (SST).

Scalata K2
Scalata K2 il team

Attualmente non ci sono molti dettagli sulla salita lungo lo Sperone degli Abruzzi, ma il programma prevedeva la partenza all’una di notte dal Campo 4 a quota 7800m, raggiunto soltanto ieri dopo uno sforzo notevole ed un ritardo sulla tabella di marcia causato dal maltempo che la settimana scorsa aveva devastato il Campo 2. Dal Campo 4 gli alpinisti hanno potuto vedere da vicino lo spaventoso Grande Seracco e lo stretto canale del Collo di Bottiglia a quota 8200 metri che porta all’esposto Traverso e poi al pendio finale. Ieri sera Nirmal Purja aveva annunciato che sarebbe stato lui a guidare il team in vetta. Stando alle informazioni postate da Mingma Gyalje Sherpa durante il “summit push”, alle 11 ore locali il team aveva superato il Collo di Bottiglia. Mentre Chhang Dawa Sherpa dal campo base alcune ore fa ha spiegato che il team “aveva l’intenzione di fermarsi a 10 metri dalla cima, forma un gruppo (tutti e 10 gli alpinisti) e raggiungere la cima insieme!”

Scalata K2
Scalata K2

Come detto, non ci sono ulteriori informazioni per ora – non si sa ad esempio se e per quanto è stato usato l’ossigeno supplementare – ma in queso momento ci sono faccende comprensibilmente ben più importanti da sbrigare. Gli alpinisti si trovano ancora tutti in altissima quota e, come è ben noto, sulla stessa via ci sono diversi altri alpinisti che stanno cercando di sfruttare la piccola finestra di bel tempo prima che arrivino i venti forti e il maltempo. Tra essi anche Tamara Lunger ed Alex Gavan, Sergi Mingote e Juan Pablo Mohr, John Snorri, Muhammad Sadpara, Sajid Ali Sadpara e Magdalena Gorzkowska.

Scalata K2
Scalata K2

Intanto è un dato di fatto: 66 anni dopo la storica prima salita del K2 da parte di Achille Compagnoni e Lino Lacedelli, oggi in una giornata di splendido sole la vetta è stata raggiunta per la prima volta in inverno, da un orgoglioso team di Sherpa Nepalesi. Prima di festeggiare però, per loro, e per tutti gli altri sulla montagna, le prossime ore saranno ancora decisive. Incrociamo le dita per tutti.

Fonte testo: planetmountain.com