L’oro rosso d’Abruzzo; alla scoperta del borgo di Navelli

Andiamo alla scoperta dell'affascinante e accattivante borgo di Navelli, conosciuto in tutta Italia come "l'oro rosso" d'Abruzzo. Ecco perché.

Il borgo di Navelli, entrato recentemente a far parte del prestigioso “club” dei Borghi più belli d’Italia, è un piccolo paese che si adagia come una piramide di case e vicoli color pietra sul vasto altopiano al quale dà il nome, la Piana di Navelli, situata tra la conca dell’Aquila e quella di Sulmona. E’ attraversata dal tratturo magno L’Aquila-Foggia, che convogliava i greggi provenienti dai massicci del Gran Sasso e di alcuni pascoli della Majella. La struttura del borgo è per lo più caratterizzata da case arroccate su uno sperone roccioso sovrastate dall’antichissimo Palazzo Baronale Santucci, edificato diversi anni fa sulle rovine di un castello medievale. Percorrendo le strade di Navelli ci si può imbattere in tre antichissime vasche circolari  scavate nella pietra, che servivano da mangiatoia per gli asini di ritorno dai campi.

Navelli 3

Proprio per questo (ma anche per altri ovvi motivi) il nucleo antico al suo interno racchiude angoli di storia contadina. Balza subito all’occhio, nella parte più antica del paese, la bellissima e ripida scalinata sulla quale confluisce una rete particolarmente fitta di vicoli di straordinaria bellezza, per di più arricchiti dalla presenza di piccole cappelle, palazzi e archi. Altro aspetto molto importante è la denominazione “oro rosso” d’Abruzzo: ebbene, questa denominazione venne data al borgo di Navelli quando il monaco domenicano Santucci portò in questi territori la bellezza di 1230 piantine di Zafferano dalla Spagna, il suo paese d’origine. Santucci ebbe quindi il merito di introdurre per la prima volta in Italia questa spezia così pregiata, il Crocus Sativus, chiamata anche “oro rosso” proprio per la sua rinomata preziosità. Pensate; per ottenerne 1 kg essiccato sono necessari ben 200.000 fiori! E infatti, per come lo conosciamo oggi, Navelli è celebre in tutto il mondo per la produzione di qualità del zafferano che, oramai da secoli, riveste tutto l’altopiano di un fantastico e profumatissimo tappeto viola.

Navelli 4

Navelli 2

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti