News

Rischio valanghe ‘molto forte’ sui rilievi del Lazio

Le nuove precipitazioni nevose previste nel Lazio e in centro Italia nelle prossime ore renderanno critiche le condizioni del manto nevoso

Il bollettino valanghe emesso oggi dal servizio MeteoMont dell’Arma dei Carabinieri non lascia dubbi alle interpretazioni: le nuove precipitazioni nevose previste nel Lazio e in centro Italia nelle prossime ore renderanno critiche le condizioni del manto nevoso. “Molto forte” il rischio di valanghe in diverse aree anche sull’Appennino laziale.

Valanghe
Bollettino valanghe MeteoMont

L’ampia circolazione depressionaria presente sul Mediterraneo centrale, alimentata da aria fredda, favorirà ancora condizioni di marcata instabilità associata ad episodi di maltempo su gran parte della Penisola almeno fino all’Epifania. Tra le giornate di martedì 5 e mercoledì 6 gennaio, difatti, l’arrivo di una nuova ed intensa perturbazione favorirà nuove piogge e nevicate soprattutto lungo il versante Tirrenico con nevicate tra i 500-800 metri sui rilevi Appenninici abruzzesi. Dopo l’Epifania sembrerebbe permanere una certa instabilità sulle regioni Centro-Meridionali, in particolare quelle Tirreniche, con qualche pioggia e nevicate sulla dorsale appenninica. Per il fine settimana successivo, inoltre, si prospetterebbe l’arrivo di un’ennesima perturbazione responsabile di un nuovo forte peggioramento che dovrebbe coinvolgere progressivamente gran parte d’Italia.

Proprio per l’elevato rischio di valanghe il Soccorso Alpino e Speleologico raccomanda a tutti quelli che svolgeranno attività sportiva, come sci alpinismo o escursioni con ciaspole o senza, di rispettare le regole vigenti sul distanziamento e sull’assenza di assembramenti e di porre molta cura nella scelta dei tracciati, per evitare di impegnare in attività di soccorso in valanga gli elicotteri sanitari e il personale sanitario, già fortemente impegnato nella lotta al Covid-19. Le condizioni instabili del manto nevoso richiedono estrema cautela nell’affrontare qualsiasi attività invernale in montagna e una buona capacità di valutazione ambientale a livello locale. Le attività sulla neve, pertanto, sono fortemente sconsigliate. In via generale è comunque importante informarsi preventivamente sulle situazioni del manto nevoso, sul pericolo valanghe e sulla distanza dei percorsi scelti rispetto ai normali accessi dei soccorritori che sono operativi quando gli impianti di risalita sono in funzione.

Quindi, prima di intraprendere qualsiasi tipo di attività in ambiente innevato, consulta con attenzione il servizio MeteoMont e i bollettini niveo meteorologici locali per verificare le condizioni di criticità: meteomont.gov.it