News

Entra l’aria fredda, fiocchi sull’Appennino settentrionale fin sui 1600 metri

Fiocchi di neve fin sui 1600 metri di quota sull'Appennino Tosco Emiliano, nelle prossime ore attesi fenomeni nevosi sull'Appennino centrale

L’aria fredda in queste ore sta facendo il proprio ingresso sulla nostra Penisola, accompagnata da piogge e temporali in alcuni casi anche violenti.

Non sono mancate neppure delle trombe marine che hanno dato vita ad un eccezionale spettacolo specie sul Litorale Laziale, dove all’altezza di Passoscuro e Fregene intorno alla tarda mattinata di stamani hanno attirato l’attenzione di molti curiosi.

Ancora più curiosità desta invece la neve che ha raggiunto i 1600 metri di quota sull’Appennino Tosco Emiliano in San Pellegrino in Alpe, questo grazie all’aria fredda che improvvisamente e a causa dei violenti temporali si è riversata verso il suolo regalando anche sprazzi di nevicate coreografiche.

San Pellegrino in Alpe
San Pellegrino in Alpe

Naturalmente si è trattato di un rovescio durato pochi minuti, immediatamente sostituito da un aumento delle temperature al cessare dei fenomeni temporaleschi.

Può accadere nei periodi primaverili, che i temporali risultino particolarmente violenti e capaci abbassare notevolmente la temperatura tanto da presentare delle nevicate a quote non consone al periodo.

Nelle prossime ore sono attesi fenomeni nevosi fin sui 1800 metri sull’Appennino centrale, e chissà che non si possa assistere a qualche sorpresa anche più in basso.