News

Ritrovato privo di vita l’uomo disperso sul Monte Conero

Monte Conero: l’uomo è stato individuato grazie all’intervento dell’unità cinofila molecolare del Soccorso Alpino e Speleologico

Monte Conero. Ritrovato ieri mattina il corpo senza vita di C.B. l’uomo di 42 anni residente a Senigallia che dalla giornata di ieri non ha fatto rientro alla propria abitazione nell’ora di pranzo. Questa mattina dopo il ritrovamento della sua auto nei pressi di un parcheggio in una zona residenziale di Ancona sono state allargate le operazioni di ricerca coinvolgendo il CNSAS Marche.

Monte Conero
Monte Conero: intervento del soccorso Alpino

L’uomo è stato individuato grazie all’intervento dell’unità cinofila molecolare del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, che ha fiutato da subito la traccia, indicando un primo punto sul belvedere ed un secondo punto sempre a ridosso di un precipizio. Grazie a questa seconda indicazione è stato possibile localizzare la sagoma dell’uomo in mezzo alla vegetazione del pendio impervio. I tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della squadra di Ancona si sono calati con le corde e a seguito di difficili operazioni di ancoraggio, hanno raggiunto il punto dove giaceva il corpo.

Monte Conero
Monte Conero: fasi del recupero dell’escursionista trovato privo di vita

Essendo già impegnato l’elicottero di soccorso Icaro2 in un intervento di recupero in Umbria si è proceduto all’attivazione del secondo elisoccorso Icaro 01, che tramite un pickup (prelievo fuori piazzola), ha caricato a bordo un Tecnico di Elisoccorso del CNSAS Marche. Quest’ultimo verricellato sul luogo dell’incidente ha predisposto insieme ai tecnici la barella per la calata. Con numerose riprese di ancoraggio la squadra con la barella ha raggiunto la sottostante spiaggia, dove il corpo è stato caricato sull’imbarcazione dei VvF e trasportato nel porto cittadino.