News

Meraviglie dell’Appennino: il Lago Scaffaiolo

Ci spostiamo sull'Appennino Tosco-Emiliano per parlare del meraviglioso Lago Scaffaiolo

Il Lago Scaffaiolo è una delle meraviglie facenti parte del nostro Appennino.

Ci troviamo nell’Appennino Settentrionale, nell’Appennino Tosco-Emiliano, nel comune di Fanano e in provincia di Modena, e nei confini del Parco Regionale dell’Alto Appennino Modenese.

Il suo nome “Scaffaiolo” sembrerebbe derivare dalla parola longobarda “scaffa”, che sembra significhi avallamento nel terreno.

Questo lago è situato al di sotto della vetta del Monte Cupolino – alto 1853 metri- ed a meno di un paio di ore dal Corno alle Scale (1945 metri sopra il livello del mare).

scaffaiolo
Fotografia di Daniele D’Agostino – Il Lago Scaffaiolo fotografato con il drone-

Sul fianco del lago è edificato il più antico rifugio alpino dell’Appennino Tosco-Emiliano – il Rifugio Duca degli Abruzzi- che venne inaugurato il 30 giugno del 1878.

A differenza di tutti gli altri laghi dell’Appennino Tosco-Emiliano, il lago Scaffaiolo, non è di origine glaciale ma venne a formarsi a causa di azioni di alterazione fisica e chimica.

Viene alimentato dall’acqua piovana, dalla fusione delle nevi e da una falda situata sotto il Monte Cupolino.

Nei secoli passati, l’origine della sua alimentazione, era ritenuta misteriosa per questo oggetto di studio dagli inizi del 1700.

Per il Lago Scaffaiolo passa il Sentiero Italia che percorre tutta la dorsale appenninica fino alle Alpi.

All’interno del Lago, a differenza di molti altri laghi appenninici, sono assenti pesci ma sono presenti girini. Si tratta di una località soggetta a cambi repentini delle condizioni meteorologiche, forti venti e nebbia fitta. Nel corso dei mesi invernali, il Lago Scaffaiolo, si trova quasi sempre coperto dalla neve e dal ghiaccio.