L’urlo d’amore del cervo

Da metà Settembre fin verso la metà di Ottobre inizia la stagione degli amori per il cervo. Classico il suo bramito per attirare le femmine.

Nel corso della stagione autunnale, in linea di massima tra metà Settembre e almeno fino alla prima metà del mese di Ottobre, inizia la stagione degli amori per il cervo. Passeggiando nei boschi dell’Appennino è facile, in questo periodo, udire degli strani versi come fossero delle urla; ebbene, si tratta del bramito del cervo che richiama a se le femmine. Proprio in questo periodo infatti i cervi si sfidano tramite bramiti per contendersi le femmine con altri pretendenti. La forza e la potenza del bramito dipendono esclusivamente dalla stazza dell’animale e dalle sue condizioni di vita; dopo un inverno trascorso in sordina, nascosto tra i fitti alberi della boscaglia, il cervo maschio esce ai primi tepori della primavera ed inizia a nutrirsi nei vigorosi pascoli verdi.

bramito cervo 1
L’urlo d’amore del cervo. Foto di Marco Mancini

E’ questo il momento in cui l’animale tende ad acquisire potenza e vivacità, preparandosi di fatto alla stagione degli amori. Solitamente un cervo maschio raduna attorno a se un numero variabile tra 5 e 15 femmine, che custodisce in maniera morbosa anche intraprendendo duri scontri con altri cervi maschi; solo quando il bramito dei due si equivale, allora inizia lo scontro fisico a colpi di palchi (le cosiddette “corna” del cervo). Bisogna tuttavia sottolineare che lo scontro, il più delle volte, non si consuma e i rivali concludono la sfida a suon di urla. Trascorsi questi lunghi e movimentati giorni, i maschi tendono nuovamente a raggrupparsi e a riprendere una vita normale. La gravidanza della femmina dura il media 260 giorni e il piccolo cerbiatto, una volta in vita, resta nascosto tra i cespugli per almeno una paio di settimane circa.

L’urlo d’amore del cervo. Foto di Marco Mancini
bramito cervo
L’urlo d’amore del cervo
Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti